Piovono cemento e bugie sull’Iris

forcellini_cuneo verde_Legambiente_irisIris, non c’è fine al cemento (e alla vergogna): da un lato i 25.000 mc in via Canestrini (grazie alla perequazione voluta dalla precedente amministrazione e non fermata da questa); a dicembre 2014 approvato nuova perimetro per area edificabile.

Ed ora, grazie alla Variante al Piano degli Interventi, altri 8.400 mc in terreno agricolo. Un gran bel risultato per il Sindaco Bitonci che in campagna elettorale prometteva di tutelare i cunei verdi! Leggi di più

La città cambia anche senza Politica

congresso_sala_panoramicaSabato scorso presso la sede dei Comboniani in una affollata sala si è svolto l’ottavo congresso di Legambiente Padova, dal titolo UNITI PER PADOVA SOSTENIBILE.

È stata l’occasione per andare oltre al semplice adempimento degli obblighi statutari di rinnovo delle cariche sociale: infatti, già scrivendo le tesi congressuali, avevamo voluto focalizzare l’attenzione sul rapporto fra crisi sociale, crisi economica e crisi ambientale, evidenziando come queste tre crisi fossero fra loro collegate Leggi di più

Segnali di Pace in Padova: un GUIDA

guida_percorsi_pace_padovaLa marcia per la Pace a Padova domenica 11 maggio è importante, ma anche originale e nuova. Importante perché ha come obiettivo la riconversione delle caserme ad un loro uso civile.

Originale e nuova perché il percorso cittadino lungo il quale si snoda è caratterizzato da alcuni segnali di pace che una recente guida, pubblicata dal MIR di Padova in collaborazione con il Comune, ha messo in risalto. Vediamoli insieme.

Già nel punto in cui prende avvio la marcia in via VIII Febbraio, all’interno di Palazzo Moroni e al Bo’, ci sono alcuni segnali: forse poco conosciuti, ma proprio per questo da valorizzare. Leggi di più

Riqualificare il patrimonio edilizio. Un’altra sfida per il nuovo Sindaco

Via_le_mani_energiaUn impegno fondamentale per la prossima amministrazione? favorire il rilancio del settore edilizio in modo ambientalmente sostenibile.

Un obiettivo che si centra attraverso un piano di riqualificazione edilizia che favorisca l’attività delle ESCO (società che investono in riqualificazione energetica a fronte di risparmi sulle bollette) e con l’accesso agevolato a fondi di rotazione in grado di garantire la riqualificazione di edifici soprattutto per chi non può accedere al credito.

E’ una delle richieste rivolte ai candidati Sindaci tramite la cartolina “Via le mani dalla città”. Il 16 maggio il confronto pubblico. Leggi di più

Storia di Padova: tutto ciò che non puoi non sapere

101 perchè sulla storia di pdPaola Tellaroli, giovane promessa della ricerca universitaria, ci riprova: dopo il successo di “101 cose da sapere su Padova”, a lungo in classifica tra i libri più venduti in città l’anno scorso, torna sugli scaffali con la seconda edizione di questo fortunato tentativo dell’ editore Newton Compton di fornire un divertente sunto di cose che ogni padovano dovrebbe sapere della propria città. Partiamo proprio da questo: “101 perché sulla storia di Padova che non puoi non sapere” è un libro divertente e scanzonato, scritto con un linguaggio fresco e che ammicca soprattutto ai giovani (con continui rimandi, per esempio, alla cultura dello spritz) ma che è una miniera d’oro di piccoli aneddoti anche per i tanti padovani di ogni età. Leggi di più

I risultati elettorali: un commento padovano

seggiLe elezioni che si sono svolte domenica e lunedì scorsi, con la vittoria del Movimento Cinque Stelle, hanno scombussolato lo scenario politico conosciuto finora. Legambiente era stata in campo durante la campagna elettorale, chiedendo ai candidati di firmare una proposta di legge che tuteli la bellezza: è infatti la bellezza del patrimonio artistico e narturale italiano a costituire la ricchezza del nostro paese. Un centinaio di candidati, fra cui i padovani Zan, Puppato, Endrizzi e Capua, l’hanno già sottoscritta. Nell’attesa che venga formato un governo ci auguriamo di poter lavorare con questi neoeletti per la salvaguardia e la tutela del territorio padovano.

C’è però un altro motivo per guardare con interesse questi risultati: ovvero vedere cosa è successo nella città di Padova: dati ancora più interessanti se si pensa che fra poco più di un anno verrà eletto il nuovo sindaco di Padova Leggi di più

Orti urbani per il Parco

orti urbaniGli orti urbani della Mandria e quelli di Montà sono gli esempi che Remo Ronchitelli ha illustrato nella relazione introduttiva, inquadrando l’argomento in un’ottica prevalentemente sociologica.

Le due esperienze hanno in comune un impianto funzionale per una gestione efficiente (sufficienti prese d’acqua e canale di scolo), ma hanno delle peculiarità che vanno analizzate. Gli orti della Mandria, 44 particelle di circa 40 mq, si trovano confinati dall’omonimo parco, da un complesso residenziale a bassa densità edilizia e da un insediamento di Sinti, che si sono bene integrati con la popolazione residente. Leggi di più