Per mettere in sicurezza chi pedala bisogna dare spazio alle bici, non alle auto

A fine ottobre sono comparsi*, all’improvviso, nel bel mezzo di due importanti piste ciclabili del Comune di Limena, presenti da decine di anni, gli archetti dissuasori.

A nostra richiesta di spiegazioni la scelta è stata motivata con l’intenzione di mettere in sicurezza un passo carraio e un’intersezione. Una scelta che può quindi apparire di buon senso, ma che in realtà è una scelta sbagliata. Leggi di più

Concluso il progetto della Bicipolitana, significative aperture di Lorenzoni

bicipolitana2,4 milioni di euro l’anno per quattro anni: è lo sforzo economico che viene chiesto a questa amministrazione dal Tavolo di lavoro, misto tecnici comunali ed associazioni, per realizzare i primi 87 km di BiciPolitana in città.

Una infrastruttura che darebbe a Padova una rete continua di percorsi sicuri per i ciclisti urbani, degna delle più attente città europee, riprendendo finalmente il passo degli investimenti interrotti negli ultimi tre anni.

Leggi di più

Con zone 30 e moderazione del traffico Giarre rimane area agricolo-residenziale

palazen_moderazione_trafficoIl Comitato Giarre in più occasioni ha proposto all’Amministrazione comunale di Abano Terme tanti piccoli interventi per la sicurezza ciclopedonale nel rione (*), ritenendoli coerenti con un progetto complessivo e con una visione del quartiere.

Già nel 2010 scrivevamo che moderazione del traffico e zone 30 sono uno strumento fondamentale per la promozione di una convivenza pacifica tra traffico e vita locale nelle nostre strade di quartiere, uno spazio vitale per muoversi a piedi, andare a scuola, incontrarsi, fare la spesa.
Leggi di più

Ciclabilità fluida, sicura e diffusa: la risposta concreta è la Bicipolitana

bicipolitanaL’annuncio del Vicesindaco Arturo Lorenzoni è dell’11 marzo scorso: anche Padova avrà la sua Bicipolitana.

È una proposta partita da Legambiente che insieme con la rete di 9 associazioni di A ruota Libera da tempo chiedeva di realizzare un vasto progetto sulla ciclabilità urbana, per ampliare e migliorare la rete esistente.

Da qualche settimana è stato avviato un gruppo di lavoro composto da tecnici comunali appartenenti a diversi settori e aperto a esperti esterni. Leggi di più

M’Illumino a Legnaro: in marcia con i ricercatori per ciclabili più sicure

AgripolisM'IlluminoWPIn questo momento, tra le 8,30 e le 9,30 del mattino, sta avvenendo una marcia per la Terra. È un evento lanciato dai dottori di ricerca di Agripolis dell’Università di Padova che, assieme a Legambiente Padova, camminano da Ponte S. Nicolò fino al campus universitario di Legnaro.

I ricercatori universitari, impegnati quotidianamente nel campo ambientale, non potevano certamente mancare ad una tale campagna nazionale promuovente stili di vita nuovi e rispettosi dell’ecosistema. Leggi di più

Il peso di 103.000 non residenti. Innovare la mobilità a Padova che ogni giorno si gonfia del 50%

viale codalunga2Aspettando il tram, e nuove infrastrutture ferroviarie (vero Regione ?!?), che favoriscano la mobilità sostenibile, Legambiente propone una serie di provvedimenti per far diminuire l’uso del mezzo privato, oggi utilizzato in maniera esorbitante in oltre 58% degli spostamenti quotidiani cittadini. L’obiettivo è andare verso un riequilibrio fra i vettori: 1/3 ciascuno fra auto, trasporto pubblico e bicicletta.

Qui proponiamo provvedimenti prevalentemente di gestione innovativa della mobilità. Altri, più strutturali (SMFR, il tramtreno, la gronda sud, ecc.), li indicheremo negli incontri partecipativi di scrittura del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS), affinchè diventino priorità dell’Amministrazione padovana e dei 17 comuni della cintura metropolitana. Leggi di più

Angoli ciechi e terre di nessuno: uscire da Limena in bici è un’avventura pericolosa

Limena-Argini-Fiume-Brenta-Foto-116Conosciamo tutti cosa s’intenda per angolo cieco quando ci troviamo impegnati alla guida delle nostre auto. È quella particolare condizione di mancata visibilità di un autoveicolo nel mentre si è impegnati a scrutare, alternativamente, lo specchietto retrovisore e quello laterale lato guida.

C’è un particolare istante per cui il campo visivo complessivo non permette, per qualche frazione di secondo, la visuale del mezzo che si appresta a sorpassarci. Spesso ciò, lo sappiamo dalle cronache stradali, è causa di incidenti anche piuttosto gravi.

Analogamente, per le nostre amate piste ciclabili si potrebbe affermare che esistono degli angoli ciechi  Leggi di più

Le bici affollano il tratto padovano della Treviso Ostiglia. 12 anni fa alcuni là volevano una camionabile

ponte ostiglia_brentaCon la posa del ponte ciclopedonale sul Brenta – 125 metri di acciaio sorretti da due tralicci alti 24 – è stato completato il tratto padovano della ciclabile Ostiglia Treviso, tra Trebaseleghe e Campodoro.

Terminati i lavori anche nel tratto vicentino e mantovano, il tracciato collegherà Treviso ad Ostiglia, a sud di Mantova: il percorso, pianeggiante, prevalentemente asfaltato e alberato, segue in gran parte l’ex ferrovia militare Treviso Ostiglia, lunga 116 chilometri, costruita nel 1919 e dismessa definitivamente dopo i pesanti bombardamenti avvenuti durante la seconda guerra mondiale. Leggi di più

La mia quotidiana corsa ad ostacoli: lettera di una ciclista padovana in difficoltà

PisteRiciclabiliUna corsa a ostacoli quotidiana: una nostra lettrice ci racconta un’esperienza comune per chi si muove in bici a Padova. La lettera, indirizzata al comandante della Polizia Locale Antonio Paolocci, non solo segnala diversi tratti critici ma diventa l’occasione per ribadire che la ciclabilità a Padova deve essere non un problema ma una soluzione.

Auspichiamo una pronta risposta dal Settore Polizia Locale, Protezione Civile e Mobilità. Nel frattempo, chi usa la bici può segnalare problemi e criticità grazie all’iniziativa Piste Riciclabili (di cui abbiamo parlato qui). Ma saremo felici di pubblicare altre lettere inviate a ecopolis@legambientepadova.it. Leggi di più

Tutti in sella: biciclettata per l’ambiente e una città accogliente sabato 27 maggio!

Biciclettata_27maggioProsegue PortaBici (ne abbiamo parlato qui), progetto con l’obiettivo di organizzare attività per stimolare la reciproca conoscenza e la cooperazione tra situazioni di marginalità e il resto della comunità.

Tramite i fondi dell’8 per mille della Tavola Valdese, la bicicletta, mezzo di trasporto ecologico ed economico per eccellenza, sta diventando veicolo di integrazione sociale e di condivisione di buone pratiche eco-sostenibili.

Leggi di più