Censimento alberi monumentali: si parte. Partecipiamo

platano via FalloppioEntro il 31 luglio 2015 tutti i Comuni devono effettuare il censimento degli alberi monumentali ricadenti nel territorio di loro competenza. È quanto previsto dal decreto del Ministero delle politiche agricole e forestali 23 ottobre 2014 (Gazzetta Ufficiale del 18 novembre 2014) che disciplina l’istituzione dell’elenco degli alberi monumentali d’Italia.

Il decreto stabilisce principi e criteri per il censimento a opera dei Comuni, nonché quelli per la redazione e il periodico aggiornamento degli appositi elenchi rispettivamente a livello comunale, regionale e nazionale (il tutto ai sensi dell’art. 7, comma 2, legge 10 del 14 gennaio 2013). Con il coinvolgimento di cittadini.

Il Decreto rende inoltre operative le sanzioni contro chi danneggia questo prezioso patrimonio comune (multe da 5.000 a 100.000 euro).

Censimento partecipato – Il censimento deve essere realizzato mediante una ricognizione territoriale con rilevazione diretta e schedatura del patrimonio vegetale sulla base delle segnalazioni che arrivano da cittadini, associazioni, istituti scolastici, enti territoriali, strutture periferiche del Corpo forestale dello Stato e Soprintendenze.

Cosa segnalare – Tra i criteri sono elencati la maestosità, la longevità, la forma e il portamento dell’esemplare, la sua eventuale presenza come testimone di avvenimenti storici o culturali, nonché il suo valore ecologico in relazione alla fauna in esso insediata.

Gli elenchi Comunali – Una volta effettuato il censimento, i Comuni devono trasmettere alla Regione i risultati, esposti sotto forma di elenco e corredati delle schede di identificazione e del materiale documentale e fotografico, entrambi in formato digitale.

Gli interventi sulla pianta – Il provvedimento stabilisce anche che l’abbattimento e le modifiche della chioma e dell’apparato radicale dell’albero monumentale sono realizzabili, dietro specifica autorizzazione comunale, solo per casi motivati e improcrastinabili per i quali è accertata l’impossibilità di adottare soluzioni alternative, previo parere vincolante del Corpo forestale dello Stato, che si può avvalere della consulenza dei Servizi fitosanitari regionali.

Il bilancio arboreo – Tra i punti qualificanti della legge per gli spazi verdi urbani, inoltre, c’è anche l’istituzione delbilancio arboreo, strumento grazie al quale i sindaci dei comuni sopra i 15 mila abitanti devono rendere noto agli elettori prima delle elezioni il saldo tra il numero di alberi trovati e quello degli alberi da loro piantumati.

In relazione a quanto esposto, il circolo di Legambiente Este ha chiesto un incontro con il Sindaco per conoscere le modalità e i tempi previsti dal Comune per adempiere a questa legge e per segnalare alcune piante che a nostro parere meritano di essere inserite nell’elenco.

Flores Baccini, circolo Legambiente dai Colli all’Adige, Este

nella foto il Platano comune (Platanus Hybrida) di piazzetta Ippolito Nievo (angolo via Falloppio) a Padova: 28 m di altezza e 5,24 m di circonferenza. I dati risalgono ad uno studio del 1999-2000 coordinato dalla Provincia di Padova che ha portato all’individuazione e schedatura di 92 esemplari monumentali sparsi nel territorio provinciale. Grazie a quei dati nel 2013 fu pubblicata una guida. Rispetto ai 9 esemplari individuati a Padova (di cui 4 in Orto Botanico storico, più la magnolia nel chiostro del Santo) non conosciamo la sorte dei due (un platano ed un tasso) già compresi nel perimetro del Complesso Sportivo Tre Pini-Antonianum.

8 thoughts on “Censimento alberi monumentali: si parte. Partecipiamo

  1. a proposito di “bilancio arboreo” forse sarebbe utile obbligare i comuni a comunicare oltre al bilancio tra quelli trovati e quelli piantati anche quanti alberi hanno TAGLIATO… vista la quantità di alberi che negli ultimi mesi sono spariti qui a Padova…non credete?

  2. certo gentile Silvia, le segnalazioni per il censimento di alberi monumentali deve riguardare anche quelli che sono cresciuti in aree private ma sono, per loro caratteristiche intrinseche, patrimonio di tutti.

  3. Segnalo Pioppa ultracentenaria giardino condomio Ater IL PIOPPO in Via F.lli Luxardo 13 zona Torre Padova

  4. Ciao,
    ma a chi vanno mandate le segnalazioni degli alberi? E sapete se gia’ ci sono degli elenchi consultabili aggiornati per Padova?
    Grazie,
    Federica

Comments are closed.