Feed on
Posts
Comments

via san francescoRitorna in via San Francesco l’Ottobre francescano: un ricchissimo programma di iniziative culturali che, ancora una volta, fa di questa strada un centro di aggregazione attivo e vivace, luogo di incontro nel segno della bellezza, dell’arte e della spiritualità.

Numerosi eventi, organizzati dalla parrocchia di San Francesco, rievocano la figura del poverello di Assisi, il suo messaggio di pace e di amore per la natura, molto attuale anche oggi per gli uomini e le donne di qualsiasi provenienza o credo.

Il ciclo di conferenze ospitato nella Scuola della Carità è iniziato con un incontro sui trent’anni dell’iniziativa ecumenica di Assisi. Il 24 ottobre ne è previsto un secondo che riproporrà la questione ambientale, delineata nell’enciclica Laudato sii. A conclusione, il 28 ottobre si svolgerà nella sala della Carità, un concerto per archi e organo.

L’amore per la natura, un sentimento di ammirazione e di affetto, si riflette anche nelle esposizioni allestite nel chiostro del convento di San Francesco. In questi giorni le colonne del porticato e gli alberi del giardino sono ricoperti da trame variopinte di lana che riproducono fiori, funghi, tralci d’uva, farfalle e animali. È un bellissimo esempio di urban knitting, una forma di street art nata per valorizzare e abbellire spazi di uso pubblico, talora un po’ anonimi o soggetti a degrado.

Anche la mostra-mercato di piante, fiori e frutti racconta la bellezza e la bontà della natura, attraverso colori e profumi ed i più piccoli possono imparano a riconoscere la piante e a chiamarle per nome, in una sorta di prima educazione ecologica. Il momento più indicato per visitare il chiostro nei fine settimana è il sabato e domenica pomeriggio dalle 16.00 alle 18.00, nonché domenica mattina dalle 9.00 alle 12.00, quando hanno luogo le esposizioni a tema.

In particolare nel weekend del 29-30 ottobre verrà proposto pane realizzato con antichi grani e vino biologico, frutto di attività umane svolte in armonia con la natura, senza inquinamento chimico o manipolazioni.

Sono le volontarie della parrocchia, assieme ai frati del convento, ad aver curato l’allestimento di queste mostre e, nel mese di ottobre, aprono al pubblico il chiostro del convento, oasi silenziosa di verde, affascinante spazio architettonico quattrocentesco, impreziosito da pitture murali raffiguranti la vita del Santo.

Oltre a queste iniziative, sono molti i segnali di fermento attorno alla chiesa di San Francesco: è in corso la ripulitura del portico del convento e della chiesa: i restauratori cercano di recuperare le pitture murali sulla vita di San Francesco, poste sulle lunette. La chiesa ritroverà a breve il suo splendore grazie al ripristino dell’antico organo e al nuovo impianto di illuminazione: i suoi tesori artistici sono descritti in una recente guida disponibile in parrocchia.

Di fatto i frati di san Francesco, attraverso tante iniziative culturali e visite guidate, contribuiscono ad offrire alla pubblica fruizione un inestimabile gioiello culturale, un bellissimo frammento in una via antica, ricca di storia e di voci, spesso affollata da studenti.

Ma non sono i soli: la via è costantemente animata da iniziative di associazioni e di privati. Si pensi alla presenza del MUSME e del CUAMM-Medici con l’Africa, ai monumenti aperti dai volontari di Salvalarte e del CTG, alle mostre della galleria d’arte gestita dall’associazione “Città di Padova” in vicolo Santa Margherita e alla recente iniziativa Excinema che sta riportando alla vita, per qualche sera, il cinema Excelsior.

Anche i più distratti possono comprendere quanto via San Francesco sia una strada di fondamentale importanza in centro storico, ricca di tesori antichi ma anche di una comunità che se fa carico, da rilanciare sul piano turistico e commerciale, nonché meritevole di attenzione e di cura da parte delle istituzioni.

Silvia Rampazzo, redazione ecopolis

One Response to “Ottobre francescano: e via San Francesco rinasce”

  1. Lucio Passi ha detto:

    come tornare a farne un’area esclusivamente ciclo pedonale!

Leave a Reply