Sogno Interrotto. Ovvero: al Forte si può

forte8I lavori di ristrutturazione di Forte Interrotto (Asiago, VI) erano terminati da poco -correva l’estate 2011- e già quel posto così evocativo, isolato ma vicino, stava lanciando una tacita richiesta di attenzione ai visitatori e agli abitanti del posto.

La “voce” del Forte l’ho sentita anch’io, nei momenti in cui l’estate concedeva tregua e suggeriva una ricerca di quiete e bellezza in quella roccaforte che domina la piana di Asiago, quell’avamposto costruito tra il 1883 e il 1885, conquistato dagli austriaci nel 1916, bombardato a più riprese nel corso del Novecento e restituito alla vita non più di due anni fa.

Nasce così Sogno Interrotto, dall’ascolto dei luoghi. Dalla voglia di ridare voce ad un’architettura di guerra che chiede una nuova veste, per trasformare la distruzione in creatività e donare all’Altopiano dei Sette Comuni (otto, a dire il vero) una nuova sede per spettacoli ed eventi, con un occhio rivolto al centenario della Grande Guerra ormai alle porte. Leggi di più

Cuore di Palestina: a Bologna 3 weekend da non perdere

‘Ccuore-di-palestina’è un paese che non ha paese. C’è un paese in cui le contraddizioni interne esplodono con le contraddizioni esterne fino a trasformarlo nel più ambiguo e complesso ginepraio nella storia mondiale degli ultimi 70 anni. C’è un paese piccolo piccolo in cui si concentrano il presente e il futuro della pace e della sicurezza internazionale. C’è un paese spaccato in due: dalla geografia, dalla politica, dai sentimenti di chi lo abita. C’è un paese che è il più strumentalizzato al mondo: tirato da una parte e dall’altra da potenti e idealisti, da trafficanti e religiosi. Palestina.’ Leggi di più