Feed on
Posts
Comments

a_braccia_aperteSappiamo che i generi di prima necessità che giungono dal Banco Alimentare, dalla Croce Rossa e dalle raccolte nelle Parrocchie sono insufficienti per coprire adeguatamente le richieste delle persone in difficoltà. Le situazioni di forte disagio causate dalla crisi in atto stanno aumentando ogni giorno di più.

Il coordinamento “A Braccia Aperte”, che comprende associazioni laiche e cattoliche, assieme ad altri, ha raccolto l’appello per cercare di dare una immediata risposta concreta, e sta organizzando una raccolta straordinaria di cibo per sabato 11 maggio 2013, il cui obiettivo sono quelli di:    rimpinguare i punti di distribuzione di alimenti in città; ­contribuire alle necessità delle Cucine Economiche Popolari di Suor Lia; dare un aiuto ai Gruppi dei Pranzi di Solidarietà domenicali.

Si tratta di una raccolta alimentare attraverso le diverse catene di supermercati presenti a Padova. Le premesse ci fanno confidare nelle adesioni di molti punti vendita alimentari al punto che prevediamo di organizzare 2 giornate a condizione che riusciamo a mobilitare un numero adeguato di volontari.

L’iniziativa vuole, affrontando l’emergenza, sensibilizzare le coscienze.

Tutti noi siamo coinvolti perché nessuno si può salvare da solo! Ci dovremo impegnare a coinvolgere le amministrazioni pubbliche che devono necessariamente farsi carico dei problemi sociali che questa crisi ha portato in evidenza. Confidiamo, per il futuro, nella collaborazione dei punti vendita alimentari affinché si possano instaurare percorsi virtuosi anche per i cibi in prossimità di scadenza.

Qualsiasi forma di disponibilità da parte vostra ci è gradita e siamo pronti ad accogliere tutti i suggerimenti possibili.

La nostra prima necessità è di coinvolgervi in questa campagna sociale ed è per questo che facciamo appello a ciascuno perché collabori secondo le proprie possibilità. Per questa iniziativa serviranno almeno 600 persone, ed è per questo che Vi chiediamo:

– di divulgare in qualsiasi forma l’iniziativa;

– di mettere a disposizione mezzi e/o sponsor per sostenere le spese legate all’iniziativa;

– la disponibilità di mezzi (se fosse possibile meglio furgoni) per raccogliere gli scatoloni;

– di contribuire (naturalmente 🙂 con l’acquisto di generi alimentari in occasione delle raccolte.

Con i volontari (i cui nominativi dovranno pervenirci entro il 7 aprile) creeremo i gruppi che verranno indirizzati e informati sul come muoversi nel proprio punto di raccolta

Per informazioni  scrivere a Ettore Botter: noalladroga@gmail.com. Più saremo e meglio sarà la condivisione e la riuscita dell’iniziativa. Costruiamo speranze e diffondiamo diritti!! Vi salutiamo fraternamente.

Il Coordinamento Con:dividi la tua spesa

Leave a Reply