Intrecci nella nostra nuova piazza

Nonostante il dover tenere un distanziamento “sociale”, che noi preferiamo definire “fisico”, Piazza Caduti della Resistenza ha fatto festa.

 

Rigenerazione riuscita in Piazza Caduti della Resistenza. La prova? Lenergia di un quartiere che nonostante tutto si è vestito a festa.

Nel 2011 abbiamo iniziato a progettare una Piazza nuova Caduti della Resistenza, con un percorso partecipato grazie al quale nel 2014, al termine del primo stralcio dei lavori di riqualificazione, la piazza non è più stata usata come un parcheggio ed è tornata ad essere uno spazio di tutte e tutti. Poi la prima edizione della Festa Intrecci, nata quattro anni fa da un idea dell’ANFFAS di Padova per promuovere percorsi di partecipazione e inclusione delle persone con disabilità.

Un’occasione grazie alla quale si è consolidata una rete che continua a lavorare unita nel Tavolo di Coordinamento Territoriale Palestro del Comune di Padova guidato da Elisa, che in questi anni ci ha conosciuto e soprattutto ci ha fatti conoscere.

Nel 2019 sono iniziati i lavori del secondo stralcio. Il cantiere ha interdetto completamente l’accesso alla piazza per molti mesi, ma bastava guardare sotto alla polvere per vedere che stavano arrivando alberi, fontanelle, nuove sedute e una nuova fermata del bus, più sicura.

Poi è arrivata la pandemia, lavoro e socialità che mancano o rallentano, poi il lockdown, lo stop, l’assenza di spazio pubblico condivisibile e lattesa di un momento per riprenderci quello spazio.

Da una parte la volontà di coronare un percorso durato anni con una festa che coinvolgesse tutte le realtà del quartiere e ci facesse riprendere quello spazio che – ora sì – è come lo abbiamo immaginato, dall’altra l’incertezza, la preoccupazione, la curva dei contagi che torna a salire e rende tutto precario.

Una Festa in programma per marzo che viene rimandata più e più volte, prima ad aprile, poi di nuovo a maggio ma alla fine ci siamo. Si segna in calendario il 19 settembre, si comincia a organizzare davvero. L’emozione della prima riunione in presenza, dopo tanto tempo, all’aperto fuori dal CAT in via Magenta. Le restrizioni con cui fare i conti per organizzare una festa in sicurezza, la paura e l’incertezza che però si trasformano in energia e forza per rinsaldare una rete e continuare a progettare insieme.

Arriva il 19 settembre e in un solo pomeriggio esplodono tutta la gioia, la vitalità, lumanità e lenergia che solo nel quartiere Palestro si possono trovare.

Si riesce a celebrare un momento importante per tutto il Quartiere: la nuova piazza Caduti della Resistenza, la nostra nuova piazza.

Il Quartiere si veste a festa: musica, balli, parole e finalmente – dopo tanti mesi – risate sotto e felicità, condite da distanziamento, gel e mascherine in abbondanza!

Intrecci in Piazza è un’occasione anche per conoscere storie e attività di chi vive e lavora nel quartiere.
Guarda qui i videoracconti realizzati dal gruppo scout Neruda:
Nessuno si è Tirato Indietro con Adriana Garro, Auser Savonarola
Un Quartiere molto Vivace con Sergio Lironi, Legambiente Padova
Il nodo va sotto con Fabiola Coppo, Centro Intrecci – Fondazione Anffas
Un punto di comunità con Laura Gnan, Punto Giovani Toselli 3.0, Comune di Padova

Redazione Ecopolis