Un festival da sostenere. Vinci la canoa o le stelle

limena_tavello_porto vecchio festivalUn giro in canoa, una notte sotto le stelle, una cena su una “bobina riservata”: sono alcuni modi per scoprire (e sostenere) il Porto Vecchio del Tavello e il suo festival. Ma prima di arrivare al crowdfunding, facciamo un passo indietro…

Nella vita di un piccolo paese ci sono eventi che più di altri fungono da detonatori per l’esplosione di nuove realtà, nuovi modi di intendere e ravvivare il tessuto sociale: e nel 2011 l’occasione buona si presenta sotto forma di un’area verde da salvare.

La zona naturalistica si chiama Tavello, è situata per la maggior parte nel comune di Limena: è il più grande polmone verde della cintura urbana di Padova, una zona golenale che funge da cassa di espansione per il fiume Brenta durante le piene e salva la città dall’alluvione, ed è inoltre un sito di interesse comunitario per la ricchezza di fauna e flora.

Secondo i progetti della Regione, questa era la zona prescelta per il passaggio del Grande Raccordo Anulare di Padova, un viadotto a quattro corsie che l’avrebbe divisa in due e snaturata definitivamente. Così l’intera Limena si dà da fare e i ragazzi si animano, fanno rete, alzano la voce, si uniscono in associazione, e decidono di chiamarsi Ottavo Miglio. Denominatori comuni del gruppo diventano la Salvaguardia del Tavello, del territorio in generale e l’aggregazione giovanile.

Questa battaglia e la successiva vittoria sono le radici profonde del Porto Vecchio Festival.

Il Porto Vecchio Festival è quindi situato in una location unica per il suo genere, all’inizio del Tavello, lungo la sponda del Brenta in cui fino agli anni del boom economico sorgeva un Porto per il trasporto via acqua di Sabbia e Legname verso i siti produttivi.

Recupera così una storia di Limena ormai antica e la offre alle nuove generazioni, mette in comunicazione Arte e Natura, invita a fare rete, a trovare idee nuove, e soprattutto parla di Musica!

Dal 2 al 12 luglio la sponda nuda del fiume riprenderà vita, con un palco e tutto ciò che serve ad un festival come si deve: bar, zona relax, mercatino… tutto creato adoperando sapientemente legno e materiali di recupero. La sera si alterneranno sul palco artisti scelti accuratamente tra le migliori proposte della scena indipendente italiana provenienti da un pò tutta italia e non (tra i tanti: Fuzz Orchestra-Bamboo-C+C Maxigross-Herman Medrano-The Wands) e i Dj a cui più siamo affezionati.

Ma non mancano le conferenze come quella della serata d’apertura intitolata “Libertà è Natura”, dedicata alla valorizzazione del Tavello, e saranno molte le attività e laboratori proposti, tra cui reading teatrali, laboratori per i più piccoli ed escursioni guidate a piedi ed in bicicletta alla scoperta della zona, o in canoa e gommone alla scoperta del Brenta.
Per tutto questo si collabora attivamente con molte realtà padovane simili a Ottavo Miglio e Partner dell’avventura, come Rise Festival, I Sotterranei, Aibol, RadioBue, Igers Padova e le associazioni che propongono al festival le loro iniziative.

Qui su facebook il programma completo.

In tempi di ristrettezze economiche, non potendo pesare sulle casse pubbliche, è partita una campagna di Crowdfunding (fino al 25 giugno!) per finanziare parte del Festival. L’idea che sta alla base è semplice, sostenere il progetto con un contributo economico in cambio di un premio scelto tra le molte proposte, dal ringraziamento alla sponsorizzazione vera e propria, passando tra vari allettanti step.

Dal 2 al 12 Luglio, a Limena, in Via Marconi, zona Tavello.

associazione Ottavo Miglio