Fango sulla pista? Il problema è a monte: ripensare l’anello ciclabile dei colli

Chi ha fatto l’anello ciclabile dei Colli lo sa: su 64 km totali c’è una sola salita, arrivando da Bastia, il monte Sereo. E poi giù per via Rialto, in velocità lungo una discesa con pendenza prima del 12% e poi del 9%.

Quello che chi scrive non poteva sapere è che dietro la seconda curva della discesa si nascondeva un’insidia: 20 metri di ciclabile invasa dal fango, dovuto al dilavamento dai campi sovrastanti.  Leggi di più

Pedalare per la legalità: da Villa Rodella a villa Molin, tappe del riscatto

Este_marzo_legalità_LiberaAi piedi dei Colli Euganei, a Fontanafredda, c’è una villa veneta risalente a metà del cinquecento. Siamo in comune di Cinto Euganeo, di fronte a Lozzo Atestino con il cono vulcanico e al canale Bisatto. Il paesaggio è quello tipico veneto: i colli a fare da sfondo, attorno fertile campagna bonificata, su tutto un sentore patrizio e veneziano.

Ebbene, domenica 18 marzo questa sarà una delle tappe principali del tour “pedalata della legalità” proposto dal coordinamento provinciale di Libera ed organizzato da US Acli e UISP di Padova.

Forse in molti avranno capito che si tratta di Villa Rodella, dal 2005 al 2014 proprietà di Giancarlo Galan Leggi di più

Fioriscono i Centri commerciali attorno ai Colli: ad Abano in faccia a villa Mocenigo

Villa-Mocenigo-Mainardi-Abano-TermeC’è un altro centro commerciale, oltre a quello ben più noto di Due Carrare, che sorgerà nel territorio euganeo. Parliamo della prevista nuova struttura commerciale (Alìper), antistante Villa Mocenigo Mainardi, la più grande ed antica villa di Abano Terme.

Le due situazioni, benché quella di Abano risulti mediaticamente meno forte, sono molto simili e presentano alcune preoccupanti analogie: entrambe prevedono un’inopportuna collocazione degli edifici in vicinanza a siti di pregio architettonico Leggi di più

Abbattuti e capitozzati molti alberi di villa Gradenigo: indagini aperte

villa gradenigo_piove sacco_legambienteA Piove di Sacco la monumentale Villa Gradenigo, già abbandonata a se stessa, ha subito l’ultima deturpazione: il  taglio di una trentina di alberi ad alto fusto e diverse capitozzature selvagge nel giardino e nel brolo.

Il tutto in un’area con vincolo paesaggistico e per di più a spese dei cittadini.

Abbiamo chiesto maggiori dettagli a Stefano Tuzzato, attivista del circolo Arca di Noè di Piove di Sacco. Legambiente e Amici del Gradenigo hanno su questo presentato un esposto ai Carabinieri e alla  Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici. Leggi di più

Alla ricerca del paesaggio palladiano perduto

villa_giovanelli_villa_villaboniniIl prof. Tiziano Tempesta del Dipartimento Territorio e Sistemi Agro-Forestali Agripolis ha condotto una indagine sul paesaggio delle ville venete in età contemporanea.

Il dato che emerge è sconfortante. Mediamente la percentuale del suolo artificializzato nel raggio di 500 m dalle ville è da 3 a 4 volte superiore a quella media regionale. Anche vicino alle 24 ville Palladiane patrimonio UNESCO.

Oggi la pubblicazione della ricerca (oltre 200 pagine con un vasto supporto di dati ed ampia bibliografia) è scaricabile gratuitamente Leggi di più

Ville Venete: si distingua il patrimonio storico dal lusso

villa venetaLe anticipazioni sulla “Legge di stabilità 2016” hanno suscitato una vera alzata di scudi in merito al riconoscimento delle esenzioni Imu e Tasi per la “prima casa” anche a palazzi, castelli e ville vincolate. Per mantenere obiettività di giudizio, urge liberare il campo da equivoci.

Il primo equivoco è confondere i castelli e le ville vincolate con gli immobili di lusso. […] Corre una bella differenza tra una villa moderna all’Argentario o in Costa Smeralda e una dimora vincolata del 1500 isolata nella campagna toscana o marchigiana; così pure un grattacielo in classe energetica AAA a Milano non è un palazzo storico del 1300. E via esemplificando. Leggi di più

Artisti di Paesaggio: in bicicletta per difendere le Ville Venete

castello_CatajoDomenica 22 giugno la prima iniziativa “Biciclettata alle ville accerchiate dal cemento”, per conoscere – e difendere – un grande patrimonio paesaggistico minacciato dalla prevista costruzione di un nuovo centro commerciale a ridosso del castello del Catajo e di villa Dolfin-Dal Martello a Due Carrare. Saremo accompagnati da esperti ed artisti.

Nel giardino di villa Dal Martello, sede di una fiorente azienda agricola, i partecipanti potranno riposare gustando lo spettacolo di danza dell’associazione Cantieri Culturali Creativi e un’installazione di arte contemporanea di Alberto Zampieri, giovane artista veneziano, che attualmente collabora con la Biennale di Venezia. Leggi di più

Da centro a parco (commerciale): così raddoppio la superficie

outletIl centro commerciale di 29.313 metri quadrati, proposto dalla Soc. Deda all’altezza dello svincolo autostradale di Terme Euganee, nel comune di Due Carrare, è stato fortemente avversato dal mondo ambientalista e dalle associazioni di categoria dei commercianti.

Due sono gli aspetti che vengono maggiormente contestati: Leggi di più

Allarme centri commerciali: i dubbi sulla nuova Legge Regionale

stop centri commercialiLa Grande Distribuzione a Padova e nel Veneto, negli ultimi 5 anni è cresciuta notevolmente confermandosi in vetta delle classifiche italiane per dotazione di punti vendita e soprattutto per superficie di vendita.

Il rapporto mq di grande distribuzione ogni mille abitanti pone il Veneto (con 418 mq ogni 1000 abitanti) ben avanti rispetto al rapporto nazionale (356mq ogni 1000 abitanti). Leggi di più

Liberi tutti. Regione, sì a nuove megastrutture

Consumo suolo agricoloCon l’emanazione del Regolamento n. 1 del 20 giugno 2013, che attua la L. R. n. 50 del 28 dicembre 2012 “Politiche per lo sviluppo del Sistema Commerciale nella Regione del Veneto”, è venuta a decadere la moratoria sul rilascio di autorizzazioni commerciali per grandi strutture di vendita, stabilita dalla L.R. n. 30 del 27 dicembre 2011, e sono state eliminate le tabelle che contingentavano la disponibilità di superficie per tali strutture all’interno del territorio regionale. Leggi di più

Ville e paesaggio sotto l’assedio del cemento

lamincana-10E’ sorprendente constatare come lo Studio di Impatto Ambientale presentato dalla società Deda, documento fondamentale per la VIA relativa al nuovo Centro Commerciale di Due Carrare citi come i due soli Beni Culturali meritevoli di segnalazione, in rapporto a una possibile incompatibilità del progetto, un vassoio rituale in lamina bronzea rinvenuto in comune di Battaglia e alcune iscrizioni romane reperite in comune di Due Carrare. Nient’altro.

Eppure sarebbe bastata una rapidissima ricognizione in loco per rendersi conto delle emergenze clamorose che caratterizzano il paesaggio naturale e storico di questo territorio ai piedi degli Euganei. Leggi di più

Ville venete accerchiate

battaglia-terme-castello-catajo-vista-camperSconcertante. L’indice padovano degli insediamenti commerciali legati alla grande distribuzione è quasi il triplo, in termini di superficie, rispetto agli standard europei ed ogni giorno nei centri urbani decine di piccoli e medi negozi sono costretti a chiudere.

Eppure si continuano a realizzare nuovi mega centri commerciali che, consentiti da varianti urbanistiche, quasi sempre si collocano in luoghi estremamente sensibili da un punto di vista paesaggistico ed ambientale. Leggi di più