Climathon 2018, le borracce possono risolvere il problema rifiuti a Venezia

L’Università Ca’ Foscari e il Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici hanno ospitato il 25 e 26 ottobre al VEGA, parco scientifico-tecnologico di Marghera, la 4° edizione del Climathon, “maratona” per il clima promossa da Climate-KIC.

L’edizione 2018 del capoluogo veneto ha posto questa sfida: “Come ridurre, riciclare e recuperare i rifiuti a Venezia?”. Leggi di più

Prendendo il largo nella Laguna

Isola_di_Sant'Andrea_(Venezia)_-_Caserma_Sant'AndreaUna ampia distesa liquida disseminata di isole piccole e grandi, circonda Venezia: è la Laguna, una superficie iridescente dove luce e aria disegnano in ogni istante onde, increspature e riflessi inediti, un ambiente unico modellato dall’acqua e dalla mano dell’uomo.

Dall’acqua affiorano isole, alcune ben note come Murano, Leggi di più

Un’estate da navigare, al Museo dei Barcari

esterno MUBA CroppedA sud di Padova, a meno di 15 km, un rettilineo d’acqua o di terra giunge a Battaglia Terme, dove ha sede il Museo Civico della Navigazione Fluviale (MuBa, Museo dei Barcari), fedele custode della memoria di un mondo magico in perenne rinnovamento.

La navigazione fluviale è un’arte che si tramanda da secoli da queste parti, da quando furono portati a termine i lavori dell’omonimo canale (1189-1201). Leggi di più

Nasce Shapetourism, sistema che mappa la sostenibilità del turismo europeo

ImmagineIn Europa il flusso di turismo ha mosso l’anno scorso oltre 600 milioni di persone, circa il 50% del totale nel mondo.

Numeri che hanno un significativo impatto per quanto riguarda la sostenibilità dei territori attraversati da chi si sposta. Se infatti l’Italia è paese virtuoso, il terzo dopo Spagna e Portogallo, con il 73% le aziende turistiche a fare uso di pratiche di sostenibilità, altri paesi europei non sono così attenti alla questione. Leggi di più

Il paesaggio è salvo? Alle origini della tutela, ricordando Giuseppe Galasso

biciclettata ville accerchiate dal cemento 2014_2La recente scomparsa di Giuseppe Galasso, avvenuta lo scorso 12 febbraio, ci ricorda la conquista che ha saputo realizzare nel 1985.

Fu allora che, nella veste di Sottosegretario al Ministero dei beni culturali, pose le basi per la prima disciplina organica in difesa del paesaggio, introducendo a livello normativo una legge ad hoc, nota appunto come legge Galasso, poi integrata nel Codice dei beni culturali e del paesaggio del 2004.

Leggi di più

Green Society: un verde antidoto alla crisi sociale ed economica

httpcomune-info.netNel dicembre scorso, a palazzo Montecitorio di Roma, Legambiente ha presentatoAlla scoperta della green society”. Un libro, edito da Edizioni Ambiente, che espone e propone una “società verde” come modello di sviluppo positivo per il futuro.

Un viaggio, composto da 101 storie vere, attraverso numerose regioni del nostro paese, alla scoperta di un’Italia diversa, vivace ed ecologica, capace di cambiare e sconfiggere la crisi attraverso modi di produrre, spostarsi e consumare più equi e sostenibili. Progetti concreti, partiti dal basso Leggi di più

La musica di Tartini abbatte muri: nel settecento nasce a Padova il turismo estetico

cappella-reliquie_santo_padova2Nell’Età dei Lumi Padova continuò ad essere una meta del pellegrinaggio religioso, ma a questi si affiancarono, sempre più numerosi, i turisti (…).

La svolta del Settecento fu quella della formazione di correnti di pellegrinaggio non solo religioso, ma anche estetico. Nel quadro della missione antoniana si trattò di un completamento, poiché il pubblico dei pellegrini si allargò grazie a nuovi mezzi di comunicazione per raggiungerli.

La scommessa fu quella non di erigere muri per tenere gli “infedeli” fuori dai luoghi di culto, Leggi di più

Dopo quasi mezzo secolo riapre Villa Draghi a Montegrotto

Villa DraghiIl  complesso di villa Draghi di Montegrotto riapre al pubblico.

Dopo quarantaquattro anni di abbandono è di nuovo possibile visitare questo affascinante luogo che riunisce inscindibilmente la villa, il rustico e il parco, di grande interesse storico-artistico e naturalistico.

Un luogo, parte della memoria collettiva locale, che finalmente torna a essere un punto di riferimento per il turismo dell’area termale all’interno del Parco Colli Euganei. Leggi di più

Passo dopo passo, come pellegrini, cercando la memoria

strada santuario_MonselicePer chi percorre un tragitto, l’importante è arrivare, sempre e comunque, nel modo più veloce, più comodo possibile alla destinazione, sia esso una attrazione turistica o un luogo in cui si svolgono attività collettive ?

In una lettera aperta (il testo integrale è apparso sul portale Bassa Padovana, laboratorio sociale qui) Gianni Sandon affronta questa domanda, mettendo in discussione la presunta necessità di installare un ascensore a Monselice per il trasporto dei visitatori dal piano sino alla Rocca di Monselice, Leggi di più

Porta di accesso: le nostre idee per il nuovo Boschetti

boschetti_concorso_progettazione_padova_parco_architettiArchiviato, si spera definitivamente, il progetto dell’Auditorium nell’ex piazzale Boschetti, va sicuramente apprezzata l’iniziativa dell’attuale amministrazione di bandire un concorso di idee per destinare l’area alla realizzazione di un nuovo parco urbano.

Certo, sarebbe stato più dignitoso che le somme messe a disposizione per premiare le proposte più meritevoli fossero state all’altezza del prestigio di una grande città come Padova e tali da rimarcare l’importanza che si vuole attribuire all’intervento. Leggi di più

Geocaching: una “caccia al territorio”

geocache-398016_640Geocaching: questo “sconosciuto” che sabato scorso ha paralizzato Padova per un presunto ordigno in Piazza dei Signori. L’“ordigno” era, in realtà, una cache, ovvero un oggetto contenente un foglio di carta, ambìto dai partecipanti di questa caccia al tesoro.

Un gioco diffuso a livello mondiale, a cui partecipano migliaia di persone che, se ben concepito, può dar vita ad interessantissime iniziative, utili soprattutto per scoprire e valorizzare il territorio, divertendosi.

Purchè la cache non sia “terribile! Non mimetizzata, inutile nel suo scopo e povera di significati. Le nostre sono molto meglio” scriveva con orgoglio il giorno dopo il GAL Patavino sulla sua pagina FB.

Leggi di più

Oltre l’Arena: il bastione, nuova attrattiva in città

arena_bastione_mura_padovaBuone notizie: è stata avanzata l’iniziativa di proporre fin da subito visite guidate agli scavi dell’Arena romana e di fare in modo che i lavori non siano coperti, ma integrati nell’area museale. Entreranno in questo modo nel circuito monumentale della città, che nell’area degli Eremitani ha uno dei suoi fulcri più affascinanti. Tale circuito è caratterizzato, grazie alla chiesa omonima, al Museo Civico e alla cappella degli Scrovegni, da un forte accento diacronico, e vi si potranno ripercorrere oltre duemila anni di storia della città. Leggi di più

La nostra storia dentro la Torre dell’Orologio

quadrante orologioTra gli oltre 4.300 visitatori che nell’ultimo anno hanno salito gli stretti gradini della Torre dell’Orologio di p.zza dei Signori, su fino a sfiorare e scoprire gli antichi meccanismi che regolano il funzionamento della “copia” del 1430 del più antico Orologio astronomico del Mondo costruito nel 1344 da Jacopo Dondi e poi distrutto dalle guerre di fine trecento – ci sono state anche le discendenti della famiglia Dondi dell’Orologio e Mister Chris Mckay, il Temperatore del Big Ben di Londra.

E’ successo domenica 28 aprile quando, in occasione delle Celebrazioni per il settimo Centenario Dondiano; Leggi di più

Riclassificazione dei canali, un appello alla Regione

PADOVANELLCASTELNUOVO(1)Da sempre Padova, con la sua ricca rete fluviale che si snoda all’interno del centro storico, ha offerto uno spazio per la navigazione a diverse associazioni che, oltre a mantenere viva tradizioni come quella della voga veneta, contribuiscono a mostrare la città da una diversa prospettiva, quella lungo il fiume. Tra queste, l’associazione Amissi del Piovego organizza numerose escursioni fluviali nel pieno centro storico, offrendone una visione “dal basso” che la maggior parte dei cittadini e dei visitatori non conosce: ogni sabato mattina si può ripercorrere la storia di Padova a bordo di una imbarcazione tradizionale di voga veneta, a partire dalle Porte Contarine, in pieno centro, verso il Ponte delle Grade del Carmine e attorno alle mura, per poi continuare la visita a piedi e sperimentare così il rapporto acqua-verde-mura, caratteristica distintiva della città. Per questa ed altre iniziative, visitare il sito http://www.amissidelpiovego.it Leggi di più