Corso Milano: importante inizio la ciclabile, ma è necessario fare di più

In un maggio da cambiamento climatico (ne abbiamo parlato qui), la nostra amministrazione ha messo finalmente  in campo due azioni che vanno in favore della ciclabilità cittadina: non solo la nuova viabilità di Corso Milano, ma anche Mobike.

Se il free-floating (ne abbiamo parlato qui) era nell’aria da tempo, la vera importante novità sono le nuove ciclabili di Corso Milano, che nonostante alcune criticità, vanno finalmente nella direzione giusta. Leggi di più

Parcheggi al centro, il Comune fa il passo del gambero

All’inizio della settimana abbiamo letto sui giornali di Padova diverse dichiarazioni di Sindaco e Vicesindaco sulla necessità di nuovi parcheggi nel centro storico.

Uscite in contrasto, secondo Legambiente, con le scelte delle città più moderne, che per ridurre il traffico e l’inquinamento nelle aree urbane lavorano sui parcheggi scambiatori al limitare delle stesse, collegati al trasporto pubblico. Leggi di più

Priorità, sfide e desideri per Legambiente, facciamo il punto in assemblea

immagine assembleaIl 30 giugno alle 10 presso Ca’ Sana, Assemblea dei soci di Legambiente Padova. un’occasione per discutere delle priorità e pensare ai nostri desideri, per affrontare insieme le sfide che ci attendono nel costruire la città che vogliamo.

La prima sfida è quella delle persone: il coinvolgimento di nuovi volontari è un elemento indispensabile per un dibattito vivace al passo con i tempi. Per questo motivo uno degli obiettivi al centro della nostra discussione e che cerchiamo di perseguire è quello del rinnovamento dell’Associazione.

Leggi di più

L’occasione di ripensare la mobilità in città: non perdiamo questo tram

rendering fermata irisIl trasporto pubblico di Padova, in questo momento, è un nano rispetto ai potenziali utenti giornalieri: per spostare volumi consistenti di questo grande traffico di cittadini in entrata e in uscita è necessario avere un mezzo che vada oltre i bus.

Non la metropolitana, troppo costosa poco adatta a una città di medie dimensioni come Padova, ma nemmeno possono bastare i bus, che elettrici o meno, sempre bus rimangono: ci vuole il tram (che, ricordiamolo, è elettrico). Leggi di più

La pedonalizzazione del Liston: un intreccio tra storia e moderno

Liston_pavimentazione_Cornoldi_Verdi_padova3Febbraio 1983: 35 anni fa, a Padova, viene pedonalizzato il Liston, la lunga passeggiata che da piazza Garibaldi, passando di fronte al Municipio e al Bo, arriva al canton del Gallo (la mappa è qui). Nasce la prima isola pedonale della città, quasi per caso.

Il tratto di strada interessato doveva rimanere chiuso al traffico temporaneamente per il rifacimento delle fognature. Se oggi il Liston è percorribile solo a piedi è perché trent’anni fa – a cantiere in corso – si notò che l’area, sottratta alle auto, comunque attirava i passanti, nonostante i disagi dei lavori.

Oltre alla valenza ambientalista, bisogna sottolineare che fu un intervento di arredo urbano Leggi di più

Il tram in via Facciolati? Dai comitati riflessioni tecniche o politiche?

Prosegue lo studio per la nuova linea del tram: è stata costituita un’unità di progetto in Comune per analizzare la parte tecnica.

In particolare verranno studiati i tracciati possibili per la linea SIR 3 (in via Facciolati o lungo la ciclabile di via Sografi) e gli spostamenti giornalieri di quell’ampia zona della città. L’incarico è stato affidato alla società Net engineering, affiancata da un pool di specialisti dell’Università

Tutte le decisioni saranno prese solo dopo aver esaminato i risultati di questi studi”.  Leggi di più

Il peso di 103.000 non residenti. Innovare la mobilità a Padova che ogni giorno si gonfia del 50%

viale codalunga2Aspettando il tram, e nuove infrastrutture ferroviarie (vero Regione ?!?), che favoriscano la mobilità sostenibile, Legambiente propone una serie di provvedimenti per far diminuire l’uso del mezzo privato, oggi utilizzato in maniera esorbitante in oltre 58% degli spostamenti quotidiani cittadini. L’obiettivo è andare verso un riequilibrio fra i vettori: 1/3 ciascuno fra auto, trasporto pubblico e bicicletta.

Qui proponiamo provvedimenti prevalentemente di gestione innovativa della mobilità. Altri, più strutturali (SMFR, il tramtreno, la gronda sud, ecc.), li indicheremo negli incontri partecipativi di scrittura del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS), affinchè diventino priorità dell’Amministrazione padovana e dei 17 comuni della cintura metropolitana. Leggi di più

Le priorità di Andrea Ragona, nuovo presidente di BusItalia Veneto

autobus_APS_PadovaAbbiamo intervistato Andrea Ragona, neo-eletto presidente di BusiItalia Veneto, per una veloce panoramica sul trasporto pubblico padovano e per conoscere le sue priorità da affrontare al più presto nel suo nuovo ruolo.

Andrea Ragona, già presidente di Legambiente Padova, è stato nominato dal Comune nuovo presidente di BusItalia Veneto. Un esponente della società civile attento alle tematiche ambientali assume un importante ruolo nell’azienda che gestisce il Trasporto Pubblico Locale Leggi di più

Sondaggio: il tram piace ai padovani. Ma servono altre linee

tram busDiciamolo, siamo stupiti, favorevolmente.

Che i padovani amassero il tram lo avevamo capito: è veloce ed è puntuale, due dei requisiti che chi usa i mezzi pubblici desidera trovare. Ciò che manca agli autobus, ché non corrono in corsia riservata, ma sono “annegati” nel traffico cittadino.

Ma che dicessero anche che il tram serve a sviluppare il trasporto pubblico, abbassare l’inquinamento e migliorare la viabilità (!) non era scontato, soprattutto dopo le polemiche montate in modo strumentale nelle ultime settimane.

Leggi di più

Come e perchè fare partecipazione attorno al tram

tram correTram a doppia rotaia, tram a unica rotaia su gomma, bus a trazione guidata tramite banda elettromagnetica… tre opzioni reali, più svariate opzioni secondo noi alquanto fantasiose. La scelta della tecnologia da adottare è una scelta tecnica e spetta, quindi, all’amministrazione comunale.

Ma il tram non è solo un’opera viabilistica: se fatto bene, è un modo per ripensare la città. Per questo motivo è necessario che l’Amministrazione attivi processi partecipativi decisionali su tutto ciò che sta attorno al tram. Leggi di più