Parcheggio alla Prandina? Vogliamo subito misure strutturali contro lo smog!

Sabato scorso, mobilitandoci contro lo smog per la prima volta dopo molti anni, eravamo sotto il Comune con centinaia di persone in rappresentanza di oltre trenta sigle per chiedere investimenti e politiche strutturali per ridurre l’inquinamento atmosferico.

Siamo scesi in piazza nelle giornate più inquinate degli ultimi anni, nel diciannovesimo anno consecutivo in cui Padova risulta fuorilegge per l’aria che respiriamo: già oggi abbiamo superato il limite dei 35 giorni. Leggi di più

A Padova Pm10 alle stelle, sabato tutti al Liston contro lo smog!

L’aria di Padova è irrespirabile: ieri il Pm10 ha toccato 147 microgrammi, quasi tre volte oltre il limite (50 µg/m3) e da martedì è scattato il semaforo arancione con il blocco dei mezzi Euro4.

Un semaforo che – non essendo previste precipitazioni – rischia di diventare rosso da lunedì, bloccando anche i mezzi commerciali dopo 10 giorni di sforamento consecutivi. Leggi di più

sMOgBILITAMOCI! Il 23 febbraio tutti sul Liston per fermare lo smog

«Riteniamo importante in questo momento essere in tanti e tante a mostrare quanto abbiamo a cuore la salute di tutti, a chiedere che la questione smog diventi prioritaria nell’agenda di tutte le Istituzioni, senza lasciare spazio solo a chi pensa che gli interessi commerciali prevalgano sulla salute collettiva.»

Legambiente lancia così sMOgBILITIAMOCI, appello già sottoscritto da decine di Associazioni e comitati cittadini che si mobiliteranno sul Liston il prossimo 23 febbraio. Leggi di più

Padova svolta: le priorità ambientali per la nuova giunta

elezioni 2017_Sergio Giordani Arturo LorenzioniIl 25 giugno Padova ha deciso di cambiare: Sergio Giordani e Arturo Lorenzoni hanno vinto il ballottaggio contro Bitonci. L’hanno battuto per pochi voti, ma nella nostra città è quasi sempre così.

C’è da considerare anche una furiosa campagna elettorale del sindaco uscente che fra primo e secondo turno ha tirato su tutto quello che poteva recuperare. E per farlo non è certo andando per il sottile, superando costantemente il limite della correttezza.

Cosa cambia oggi dal punto di vista ambientale?

Leggi di più

Padova (non) si muove!

padova_autobuspieno_legambienteIl 2015 è stato un anno nero: le polveri sottili hanno raggiunto picchi insostenibili per la salute dei cittadini. Ma evidentemente i padovani non sono una priorità per questa Amministrazione.

Il fatto di aver avviato la fusione delle aziende del trasporto pubblico (che nessuno voleva), che ha causato la perdita del potere di controllo sul servizio da parte dell’Amministrazione comunale, delegandolo al privato Busitalia, parla chiaro.

La realtà di Padova supera di gran lunga la fantasia: Leggi di più

Troppo traffico: le proposte di Legambiente per Padova

viale codalunga2A fronte di una situazione così grave per la salute pubblica ci aspetteremmo provvedimenti efficaci e strutturali, prima di tutto dal Sindaco, per legge il primo responsabile della salute dei suoi cittadini, e poi da Provincia e Regione.

Come è evidente i provvedimenti di facciata presi dal Comune (ancorché la lodevole, ma tardiva e limitata iniziativa che consente di muoversi in autobus con un solo biglietto dal 30 dicembre per una settimana) sono risultati ininfluenti.

Il toro che va preso per le corna è quello di limitare sempre e radicalmente il traffico autoveicolare privato, Leggi di più

Oltre 3.700 firme a difesa del bus 6

autobus 6 brusegana_terranegraIl Comitato cittadini a difesa linea bus 6 ha depositato all’Ufficio Protocollo di Palazzo Moroni oltre 3.700 firme raccolte in un mese a sostegno della petizione con cui si chiede di ripristinare il percorso della linea 6 Lagrange-Terranegra; dal 16 settembre il percorso è stato modificato in  Lagrange – Torre, senza più fermate alla stazione e all’ospedale.

I quartieri di Brusegana-S.Stefano e Cave e di Forcellini-Terranegra si sono mobilitati con una petizione e 2 manifestazioni avvenute il 3 ottobre mattina con presenti oltre 500 persone, Leggi di più

Chi ha giocato coi soldi del trasporto pubblico?

autobus_APS_PadovaLa (presunta) perdita economica dell’azienda di mobilità padovana viene tirata in ballo quando si tratta di fare fusioni, tagliare corse, aumentare il costo del biglietto. Ma le cose, o meglio i conti, sono un po’ più complessi.

Cerchiamo di fare chiarezza; come argomentammo anni fa (vedi qui dossier), prima con il Pd poi con la LegaNord, per cercare di evitare – inutilmente purtroppo – che un pezzo importante della città venisse svenduto a Sita con danni che oggi stanno emergendo.

L’azienda del trasporto pubblico padovana non è mai stata un colabrodo. Leggi di più

Caro Zaia, ripristina i nostri treni. La FILT incalza la Giunta Regionale

FSSecondo la  Federazione Italiana Lavoratori Trasporti (FILT  CGIL Veneto) è necessaria una scelta di forte discontinuità con la passata gestione della delega e una diversa interlocuzione con aziende e organizzazioni sociali e sindacali: «Se c’è un tempo per le riflessioni e uno per le decisioni ci sentiamo di rivolgere un appello al Presidente della Giunta Regionale, che ha assunto l’interim dei trasporti, affinché si dia corso ad un rapido ripristino almeno di tutti i treni che trasportano chi lavora a Venezia». Leggi di più

Legambiente lungimirante: sì a fusione ACTV-APS

imagestplIl 29 gennaio 2013 i Sindaci di Venezia e Padova e l’Amministratore delegato FS hanno sottoscritto una lettera di intenti per “cogliere attraverso l’integrazione, anche societaria, delle attività relative ai servizi TPL in Veneto di Busitalia, APS e ACTV una ampia strategia di sviluppo, soprattutto in vista delle opportunità che il mercato offrirà a breve termine”. Leggi di più

TPL, ancora tagli: è sciopero

bus scioperoLa Giunta Regionale del Veneto ha deciso, con l’approvazione del Bilancio di previsione 2013, di non mettere alcuna somma del bilancio regionale a disposizione del trasporto pubblico locale, anche ferroviario. Questa dichiarazione viola l’impegno assunto con i pendolari veneti, con la società civile, con le imprese turistiche della nostra Regione.

La nascita del fondo nazionale trasporti non esime le singole Regioni dal concorrere finanziariamente al settore, come fanno le regioni ordinarie di prossimità (Emilia Romagna e Lombardia). Leggi di più

Sì alla fusione APS, ACTV e Sita: purchè porti miglioramenti

bus_sita_aps_actvEgregi Sindaci di Venezia e Padova, Giorgio Orsoni e Flavio Zanonato, e Mauro Moretti, Amministratore delegato FS,

il 29 gennaio 2013 avete sottoscritto una lettera di intenti per “cogliere attraverso l’integrazione, anche societaria, delle attività relative ai servizi TPL in Veneto di Busitalia, APS e ACTV una ampia strategia di sviluppo, soprattutto in vista delle opportunità che il mercato offrirà a breve termine”.

Un accordo che rafforzi la presenza nei servizi di trasporto locale di Padova, Venezia e Rovigo, attraverso sinergie economiche e industriali da raggiungere attraverso la costituzione di un unico grande operatore derivante dalla fusione di ACTV, APS e BUSITALIA, è stato da noi lungamente sollecitato. Leggi di più