La cultura in rete batte l’isolamento

cappella scrovegni#iorestoacasa è l’invito cui dobbiamo rispondere e oggi restare a casa si può fare anche grazie a molte risorse tecnologiche che ci permettono di rimanere responsabilmente tra le quattro mura e, nello stesso tempo, di spalancare le finestre sul mondo e sulla storia. Leggi di più

La Scuola del Santo a Padova ci porta in un ‘500 meravigliosamente affrescato

La Scuola del Santo di Padova è un piccolo, affascinante complesso architettonico, molto significativo per la storia di Padova.

La scoletta custodisce la memoria di una storia secolare di spiritualità e di carità radicate in una dimensione quotidiana, restituisce la figura del Santo protettore della città nella sua vitalità e attualità e ci presenta una preziosa panoramica sulla pittura cinquecentesca padovana. Leggi di più

Ragazzi di fronte al fascino del passato con “Impara il museo”

In questi giorni tutti abbiamo negli occhi e nella mente le immagini terribili della basilica di San Marco allagata  e dei depositi librari della biblioteca Querini Stampalia sommersi dall’acqua a causa delle alte maree straordinarie che hanno invaso Venezia negli ultimi giorni.

Un patrimonio culturale prezioso e unico al mondo, è in pericolo a causa degli effetti del cambiamento climatico e degli errori o dell’incuria degli uomini nei confronti dell’ambiente in cui vivono. Leggi di più

L’oratorio di San Rocco, nascita e conversione di un gioiello patavino

In una delle più antiche zone di Padova, nelle vicinanze della chiesa di Santa Lucia, sorge l’oratorio di San Rocco, un edificio cinquecentesco, un tempo sede della confraternita o fraglia dei santi Rocco e Lucia.

Le prime notizie sul manufatto risalgono al 1525, anno in cui i confratelli acqusirono un edificio cadente per ricavarne una sala del capitolo, un luogo abbastanza spazioso per loro riunioni. Leggi di più

Giotto a portata di mano? Un bel progetto da sostenere!

È possibile per un ragazzo (e per un adulto) avere a portata di mano tutta la bellezza e l’eccellenza artistica della Cappella Scrovegni di Padova?

È possibile guardare, osservare più volte a proprio piacimento, gli splendidi affreschi di Giotto, nonché le particolarità architettoniche della piccola, preziosa chiesetta trecentesca? Leggi di più

Due mostre per scoprire la Biblioteca Antoniana

Due mostre originali e interessanti, assieme a un luogo affascinante e antico, raccontano qui a Padova il Settecento della Serenissima.

Un secolo ricco, poliedrico e sfavillante di luce per la città lagunare, prima di un lungo, inesorabile declino. Le esposizioni “700 veneziano” e “Coronelli e il suo tempo” restituiscono echi e bagliori di questa epoca così celebre, nei suoi aspetti meno noti, pur con linguaggi diversi, integrandosi reciprocamente in una armoniosa narrazione a più voci. Leggi di più

Migrazioni e radicamento: come il Veneto (non) si sta trasformando

Le migrazioni sono un fenomeno molto rilevante per la composizione e le trasformazioni del tessuto sociale, economico e culturale; spesso troppo poco conosciuto nelle sue dinamiche o descritto attraverso generalizzazioni e luoghi comuni.

Anche per il Veneto, il Dossier Statistico Immigrazione 2018, elaborato dal Centro Studi e Ricerca Idos (ne abbiamo già parlato qui), traccia una mappatura accurata e puntuale. Leggi di più

Gli studenti portano in mostra i quartieri, la loro storia, chi li abita

mauro.puppett_photography [CC BY 2.0 (https://creativecommons.org/licenses/by/2.0)]Abitare il Paese partendo da noi è il titolo della mostra gratuita aperta fino all’8 giugno nei ballatoi al primo piano del Centro Culturale Altinate San Gaetano. 

Realizzata dall’Ordine degli Architetti, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Padova assieme agli allievi e docenti degli Istituti Tecnici “G. Valle e “G. B. Belzoni e in collaborazione con l’ufficio Progetto Giovani del Comune di Padova e all’interno di un progetto nazionale.

La mostra, coinvolgente e ricca di stimoli, offre attraverso linguaggi diversi Leggi di più

“Radici al vento, testa nella terra”, all’Orto Botanico un’opera fa riflettere sul cambiamento climatico in atto

Uscendo dalla reception dell’Orto Botanico e percorrendo pochi metri a sinistra, in una cornice di vegetazione verde e rigogliosa, si scorge una imponente, spoglia struttura artificiale in legno poggiata sopra uno specchio d’acqua. Sembra una sorta di conifera, dal tronco di questa si dipartono, irregolari, pezzi di legno disposti a raggiera, in più cerchi concentrici che si assottigliano dal basso verso l’alto. Le radici su cui è poggiato il manufatto sono ben visibili, lambite appena dall’acqua.  Leggi di più

Pista al Ciclobus: la mobilità collettiva a pedali anche in Italia!

Un mezzo di trasporto sostenibile, gratuito e a prova di pioggia, che permette di muoversi all’aria aperta e di socializzare: è il “Ciclobus”, una sorta di bici-tandem diffuso nei paesi del Nord Europa, che consente di trasportare fino a 12 persone.

Potrebbe essere utilizzato anche in Italia, purché venga riconosciuto e ammesso alla circolazione dal Codice della Strada. Leggi di più