Per una Pediatria compatibile con il Parco delle Mura

nuova pediatriaDa molto tempo ormai uno dei temi più discussi del progetto del Nuovo Ospedale di Padova riguarda la realizzazione del reparto di Pediatria all’interno dell’area ospedaliera di via Giustiniani. Su questo argomento si è detto e scritto molto, e tante sono state le prese di posizione da parte delle varie anime che compongono la nostra città .

Leggi di più

Nuova Pediatria, progetto travagliato che non tutela il nostro patrimonio

Il progetto per la realizzazione della nuova clinica pediatrica è nato male, anzi non doveva neanche essere iniziato.

Nella Conferenza dei Servizi del 2017, il rappresentante del Comune aveva infatti dichiarato che non vi era la conformità urbanistica (requisito obbligatorio per dare l’avvio all’opera), aggiungendo però che erano rispettati i limiti del Piano degli Interventi. Leggi di più

La nuova pediatria non comprometta il Parco delle mura e delle acque

Legambiente denuncia i rischi della Nuova Pediatria, in contraddizione con la continuità del Parco delle Mura e delle acque: costruirlo invece altrove permetterebbe di tenere insieme entrambi i progetti del Comune. Pubblichiamo il testo della lettera che che Legambiente ha inviato al Comune di Padova. Pubblichiamo il testo della lettera che che Legambiente ha inviato al Sindaco e Vicesindaco della nostra città. Leggi di più

Italia Nostra: “La passerella pedonale è incompatibile con l’area delle Mura”

Si è concluso venerdì scorso 5 aprile l’interessante ciclo di conferenze sul Parco delle mura e delle acque di Padova, promosso dal Comitato mura e dall’Ordine degli architetti con il concorso di varie altre associazioni e istituzioni.

Tante le idee emerse nei sette incontri, molte delle quali condivisibili. E tante le cose da fare. In tempi, però, inevitabilmente non brevissimi. Leggi di più

Sì alla Nuova Pediatria ma non a danno dei monumenti cittadini!

La petizione al Direttore generale e ai Comitati tecnico-scientifici di Settore del MiBAC è l’ultima azione messa in atto dalla società civile padovana, rappresentata da numerosi Enti, Associazioni e gruppi culturali, per impedire che l’incongruo parallelepipedo della Nuova Pediatria, 72×25 m di pianta per 31 m di altezza, venga realizzato a ridosso delle mura cinquecentesche.

Un edificio decisamente fuori scala, Leggi di più

La Nuova Pediatria non sia uno sfregio: un appello agli enti e ai cittadini

nuovapediatriaBisogna assolutamente evitare che la costruzione della nuova clinica pediatrica generi un insanabile conflitto con il contesto artistico e culturale costituito dalla cinquecentesca cinta muraria e dal nucleo antico dell’ospedale Giustinianeo.

È la richiesta di otto Associazioni, tra le più rappresentative della società civile padovana, tra cui Italia Nostra, il Comitato Mura e Legambiente. Leggi di più

La nuova pediatria, il Parco delle Mura e il futuro della città

comitato mura nuova pediatriaSta per verificarsi uno di quegli annunciati terremoti urbanistici, generati da tanti attori diversi che, animati da buone e anche nobili intenzioni, agiscono nel rispetto di leggi e vincoli.

Ma sono incapaci, per ragioni diverse, di prevedere l’incombente disastro e di scegliere una possibile (come nel caso in esame) soluzione alternativa; ognuno paralizzato dal timore di essere additato come “colui che ha bloccato tutto”. Leggi di più

Nuovo Ospedale: come rigenerare l’area di via Giustiniani

H PD vista aereaIl Consiglio Comunale ha approvato il preaccordo con la Regione Veneto, prodromico al successivo Accordo di Programma, per la realizzazione del Nuovo Polo della Salute di Padova.

Che sarà distinto in due poli: un Policlinico Universitario ad alta tecnologia nel quartiere S. Lazzaro e un Ospedale Territoriale, completamente rinnovato, nell’attuale sito di via Giustiniani.

Leggi di più

Riprogettare con un occhio alle mura: le occasioni del nuovo ospedale

pediatria padovaL’accordo sulla creazione di due poli ospedalieri, uno “cittadinoe uno “dell’innovazione” pone di fronte alla dura realtà l’originario obiettivo di evitare il “consumo di suolo”. Questa soluzione però può diventare spunto per cogliere almeno l’occasione di rimediare, seppur parzialmente ma in modo serio, ai tanti sfregi edilizi che nei decenni hanno sfigurato l’area ospedaliera di via Giustiniani.

Questo quanto la sezione padovana di Italia Nostra scrive alle autorità cittadine, alla Regione e alla stampa. Leggi di più

Sì al Nuovo Giustinianeo. Ora si entri nel merito e la nuova pediatria rispetti le mura

pediatria comitato mura veduta sud ridottaLa decisione di un unico Ospedale in due parti integrate: “polo cittadino” e “polo dell’innovazione”, appare saggia e lungimirante.

Questo è il giudizio esplicito del Comitato Mura che vede nel primo polo, attraverso la ristrutturazione e modernizzazione dell’attuale comparto di via Giustiniani, l’opportunità per riabilitare questa zona del centro di Padova e per accelerare la realizzazione di un tratto importante del Parco delle Mura e delle Acque, integrato con le funzionalità ospedaliere che si deciderà di mantenere nell’area. Leggi di più

Nuova Pediatria, una ferita al parco delle Mura

pediatria_nuova_confronto_comitato muraIl programmato edificio a torre della nuova clinica pediatrica dovrebbe sorgere nella zona delle cliniche universitarie, all’interno e a ridosso della cintura rinascimentale della città.

Il progetto, prevede una torre di 8 piani ospedalieri (equivalenti a più di 10 piani di edilizia residenziale!) disposta a soli 17 metri dal baluardo Cornaro del Sanmicheli e a 25 dalla cortina muraria cinquecentesca.

La nuova torre, disponendosi in posizione parallela alla cortina del fronte bastionato, determinerà una barriera con uno sviluppo di 72 metri, fortemente lesiva per questa parte del centro storico e per il recupero morfologico e paesaggistico del Parco delle Mura e delle Acque Leggi di più

Nuova pediatria, nuovo sfregio alla storia: l’intervento del Comitato Mura

L'edificio di Nuova PediatriaNon siamo finora intervenuti riguardo alla nuova Pediatria perchè non potevamo credere che davvero, pur essendo il Parco delle Mura indicato fra i progetti qualificanti nei programmi di entrambi i candidati, si potesse concepire o accettare un progetto dall’impatto così deprecabile.

Sia chiaro che siamo consapevoli della necessità di sostituire una struttura ormai inadeguata e certo non è fra i compiti istituzionali dell’Azienda Ospedaliera preoccuparsi del volto e della storia della città. Leggi di più