Sblocca Italia, all’inceneritore di San Lazzaro rifiuti da tutto il Paese

lasciatecirespirare_2L’ articolo 35 del decreto legge n.133 del 12 settembre 2014, altrimenti detto “Sblocca Italia“, che ha ottenuto la fiducia alla Camera e attende l’approvazione definitiva, prevede che tutti gli inceneritori (a noi piace chiamarli ancora così, piuttosto che con il termine “rassicurante” di termovalorizzatori) divengano “insediamenti strategici di preminente interesse nazionale“.

Cadranno così i vincoli di bacino, e di conseguenza tali impianti potranno incenerire i rifiuti urbani, i rifiuti speciali non pericolosi e i rifiuti speciali pericolosi Leggi di più

Tonnellate di rifiuti: i dubbi del Comitato SOS C&C

cec1Mercoledì 28 Maggio alle 11 di mattina si è tenuta presso la sala consiliare del Comune di Pernumia un incontro pubblico e conferenza stampa di Bacino Padova 3 per la relazione sullo stato di avanzamento dei lavori dell’’ex C&C e per la presentazione del sito web (www.bonificacec.it)

Il Bacino Padova 3, è il soggetto individuato dal Comune di Pernumia per la “messa in sicurezza” e per la caratterizzazione dei materiali presso i locali dell’ex-C&C.

L’ex C&C è un capannone situato al confine tra i comuni di Pernumia, Battaglia Terme e Due Carrare, che doveva servire per il recupero di rifiuti provenienti da industrie chimiche, siderurgiche e termoelettriche. Leggi di più

Renzo Piano al Palazzo della Ragione: è giusto?

PENTAX ImageCi risiamo con le mega mostre al Salone e, questa volta, in occasione dell’edizione 2014 della Biennale di Architettura, si tratta della mostra dedicata a Renzo Piano, “archistar” riconosciuta a livello mondiale e meritatamente. Pur non condividendo che si declassi per l’ennesima volta il Salone al ruolo di mero contenitore, ma conoscendo la sensibilità di Piano, dimostrata in più occasioni, ci aspettavamo un intervento intelligente e rispettoso, che sapesse colloquiare con lo spazio e gli affreschi. Leggi di più

Taglio degli alberi del Piovego: a rischio la navigazione

amissiIl taglio delle piante ad alto fusto lungo il Lungargine del Piovego, avvenuto alla fine di gennaio nei pressi della Golena di San Prosdocimo, si è rivelato una fonte di problemi per la navigazione e per la sicurezza idraulica. Le piante, cresciute spontaneamente lungo la fascia bassa arginale, costituivano un potenziale rischio per la navigazione a remi e a motore, e l’associazione Amissi del Piovego aveva già da tempo sollecitato gli enti preposti a provvedere.

Leggi di più

Porta a porta: ecco i motivi per farlo bene

raccolta-differenziataDopo le positive esperienze registrate nelle zone della Città dove la raccolta differenziata “porta a porta” è già stata introdotta, Legambiente Padova ha deciso di rinnovare il proprio sostegno a questo cambiamento anche nei rioni di Mandria, Paltana, Voltabrusegana del Quartiere 5 e a Montà, Brentelle di Sopra, Chiesanuova e Cave nel Quartiere 6.

volontari di Legambiente, in collaborazione con AcegasAps e Comune di Padova, allestiranno tra il 17 marzo ed il 12 aprile dei punti informativi allo scopo di fornire informazioni e di raccogliere eventuali segnalazioni (vedi QUI il calendario degli infopoint). Leggi di più

Elettrodotto bocciato, Terna riparta da zero interrandolo

elettrodotto3 (1)Con la sentenza del 21 dicembre dello scorso anno, il Consiglio di Stato ha definitivamente chiarito che col suo parere negativo, espresso nel luglio scorso, ha annullato l’autorizzazione non solo della costruzione del tratto di elettrodotto aereo prospiciente Villa Sagredo, come sostenuto da Terna, ma dell’ intero progetto oggetto dell’autorizzazione unica, che comprende il Dolo-Camin, Malcontenta-Mirano e Vallone Moranzani. Un sospiro di sollievo per CAT e Comuni. Leggi di più

Oltre l’Arena: il bastione, nuova attrattiva in città

arena_bastione_mura_padovaBuone notizie: è stata avanzata l’iniziativa di proporre fin da subito visite guidate agli scavi dell’Arena romana e di fare in modo che i lavori non siano coperti, ma integrati nell’area museale. Entreranno in questo modo nel circuito monumentale della città, che nell’area degli Eremitani ha uno dei suoi fulcri più affascinanti. Tale circuito è caratterizzato, grazie alla chiesa omonima, al Museo Civico e alla cappella degli Scrovegni, da un forte accento diacronico, e vi si potranno ripercorrere oltre duemila anni di storia della città. Leggi di più

Quando il metal si fa ecologico

gojira2Chi pensa che i “metallari” non si interessino all’ambiente dovrebbe dare un’occhiata alla produzione dei Gojira, una metal-band francese le cui sonorità estreme ed i testi impegnati li hanno resi famosi nel panorama heavy metal internazionale: molti dei loro testi infatti hanno come tema centrale la salvaguardia della Terra, da attuarsi prima che l’uomo condanni essa, e se stesso, alla rovina.  Leggi di più

Inceneritore: cresce la paura

termovalorizzatore (1)Un inceneritore che continua a creare perplessità ai cittadini del quartiere San Lazzaro, specie recentemente. Vi sono criticità già a partire dalla sua localizzazione in una zona fortemente abitata, contrariamente a quanto scritto nel Piano regionale di gestione dei rifiuti, che afferma che gli impianti di smaltimento devono collocarsi a non meno di 150 metri da luoghi abitati, limite già basso ma comunque non rispettato in questo caso. Dal punto di vista del rischio idraulico, la situazione è ancora peggiore: Leggi di più

Volontariambiente: l’estate sostenibile di Legambiente

home_1Anche quest’anno Legambiente offre con Volontariambiente 2013 la possibilità a persone di tutte le età di fare un’esperienza unica con i campi di volontariato sparsi in tutta la Penisola. Un modo per contribuire in maniera concreta alla tutela e alla salvaguardia dell’ambiente durante il periodo estivo. Leggi di più

Car sharing: la scelta per una mobilità consapevole

8_carsharingSecondo il rapporto ISFORT 2012, fino al 2011 l’Italia, con i suoi 37 milioni di autovetture, è stata al secondo posto in Europa in termini di tasso di motorizzazione, raggiungendo il tetto delle 61 auto ogni 100 abitanti. Il 2012 ha segnato invece, a causa anche della crisi economica, un calo nelle immatricolazioni di auto nuove e usate, sono sprofondate a 1.402.089 unità e tornando ai livelli del lontano 1979. Questi dati sono il chiaro segnale che le famiglie italiane stentano a far rientrare la prima e la seconda auto nel bilancio di spesa familiare. I costi per la manutenzione e l’esercizio delle autovetture private infatti, secondo i dati forniti dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, sono aumentati del 119,3%, di cui il 44% solo per il carburante, il cui costo è aumentato, negli stessi anni, del 170%. Leggi di più