Feed on
Posts
Comments

Tag Archive 'Laboratorio di riciclo'

La gestione dei rifiuti è una problematica ambientale che riguarda tutti noi. Per intervenire attivamente conosciamo già le 3 R: Riduzione, il Riuso e il Riciclo. A queste buone pratiche il nostro circolo Legambiente di Limena ne aggiunge un’altra: Rosanna. L’intento è quello di rendere divertente la gestione dei rifiuti attraverso 3 laboratori di riciclo […]

Read Full Post »

Proseguono le attività di “Dopo le sbarre”, un progetto per dare vita a esperienze di reinserimento sociale dei detenuti del carcere di Padova, grazie a iniziative svolte in collaborazione con associazioni, istituzioni e cittadini. “Dopo le sbarre” è realizzato dal Gruppo Scout Pablo Neruda, assieme a Legambiente, agli Amissi del Piovego, A Mani Tese, al […]

Read Full Post »

Dopo aver conosciuto la galera niente è più facile. Nell’interesse del singolo e della collettività, la persona detenuta va accompagnata nel reinserimento in società con percorsi graduali e controllati, che devono iniziare già dentro il carcere e devono prevedere, quando possibile, un riavvicinamento alla famiglia. E’ questo lo spirito di “Dopo le sbarre” nato sul […]

Read Full Post »

Graziano Scialpi, detenuto nel carcere di Padova, durante la sua reclusione ha dato un prezioso contributo alle attività della rivista Ristretti Orizzonti con la realizzazione di vignette capaci di richiamare l’attenzione sulle condizioni di vita dei detenuti nelle carceri italiane. Temi controversi affrontati con ironia e umanità attraverso il personaggio di Dado, per riflettere su […]

Read Full Post »

Proseguono le attività legate al progetto Affetto oltre le sbarre rivolto ai detenuti del carcere Due Palazzi, alle loro famiglie e alla comunità, organizzato da Legambiente grazie al sostegno dei fondi dell’8×1000 della Tavola Valdese e in collaborazione con il gruppo scout Neruda, la Casa di Reclusione e l’assessorato all’Ambiente del Comune di Padova. Recentemente, […]

Read Full Post »

Per i figli dei detenuti nel nostro Paese si fa troppo poco. Coltivare gli affetti in carcere è molto importante anche perché, per i reclusi, costituisce un prezioso stimolo al futuro reinserimento in società. Ma quando il rapporto con i familiari si riduce a qualche telefonata e a poche ore di colloquio mensile, difficilmente questo obiettivo […]

Read Full Post »