San Precario Sport Festival: dieci anni di sport e integrazione 

polisportiva san precarioTra il 18 e il 21 maggio il parco Milcovich, in zona Arcella, si riempirà di animazione, di persone, di musica e di colori: vi avrà luogo  il San Precario Sport Festival, un evento aperto a tutti, organizzato dalla polisportiva San Precario per festeggiare i suoi dieci anni di attività.

L’avventura della Polisportiva indipendente San Precario è cominciata nel 2007: alcuni amici, stanchi di una mentalità  che vedeva nello sport solo un business Leggi di più

Fare educazione ambientale con i profughi: un contributo all’integrazione

profughi_formazione1Insegnare a differenziare i rifiuti e a leggere le bollette per favorire l’integrazione dei migranti: con questo intento Legambiente Padova ha aderito ad uno dei progetto di accoglienza diffusa.

E’ un piccolo esempio concreto che mostra come la riflessione e la pratica della sostenibilità ambientale riesca a favorire l’inclusione.

La collaborazione di Legambiente nasce dall’appello lanciato a tutto l’associazionismo padovano da Città So.la.re, capofila tra le cooperative coinvolte, a livello regionale, nel Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati (SPRAR) Leggi di più

Porta-Bici al via: due ruote per unire eco-sostenibilità ed integrazione

LogoPortaBiciPortaBici nasce dall’idea che la bicicletta può essere veicolo per la socializzazione, l’inclusione e la condivisione di buone pratiche: un mezzo di trasporto ecologico ed economico che può aiutare a superare diffidenze e senso di impotenza generati da una società che cambia e attorno a cui costruire momenti di socialità e aggregazione capaci di oltrepassare le divisioni e costruire comunità.

Il progetto, promosso da Legambiente Padova con il sostegno dei fondi 8 per mille della Tavola Valdese Leggi di più

Dal campo al piatto: l’integrazione vien mangiando

percorso vita_agricolturaArriviamo mezzoretta prima di cena e Stefano ci accoglie sorridente in un ambiente in cui fervono gli ultimi preparativi per essere pronti ad accogliere gli ospiti. Anche stasera c’è il tutto esaurito.

Siamo nei locali del ristorante Strada facendo, presso l’ex Casa del Popolo di Chiesanuova, completamente ristrutturati e arredati con semplicità e gusto. Alle pareti splendide fotografie che introducono al tema e che ti fanno compagnia per tutta la serata.

D – Stefano, come è iniziata questa avventura?

“Tutto nasce da Percorso Vita, la cooperativa sociale fondata da Don Luca Favarin che si occupa di migranti Leggi di più

“CamminArcella”: il quartiere in marcia per pace, integrazione e contro il consumo di suolo.

ArcellaVivaRete Arcella Viva è un coordinamento tra comitati, cooperative e singole persone che condividono la finalità della salvaguardia del territorio del Quartiere 2 Nord e della qualità di vita dei suoi abitanti senza distinzione alcuna. Ci incontriamo da circa due anni ed abbiamo  promosso diverse iniziative legate alla sostenibilità ambientale e sociale del quartiere.

Per domenica 26 marzo Rete Arcella Viva ha pensato ad una iniziativa che possa coniugare due aspetti molto sentiti in quartiere: la Pace e l’integrazione, da una parte,  e la richiesta di fermare il consumo di suolo, dall’altra. Leggi di più

“Qui Padova”: finalmente un progetto di social housing. Sarà in via del Commissario

qui padova_trabuio_social housingUna nuova esperienza di Social Housing sta crescendo giorno per giorno alle porte della città, in via del Commissario, zona Crocifisso. Una struttura di grandi dimensioni che ospiterà un polo multifunzionale, in grado di fornire servizi locali e globali, rivolti sia al quartiere che agli ospiti nazionali e stranieri. Verranno creati spazi di coworking, servizi per la ristorazione, aree per lo sport e per lo spettacolo, oltre a 92 unità abitative ad affitto permanente.

Qui Padova, questo il nome dell’ambizioso progetto Leggi di più

Cercasi guide per una Padova giovane e interculturale

guide_intercultura_padovaTornano, dopo la positiva esperienza del progetto “l’Infinito Viaggiare”, le passeggiate interculturali: 6 incontri da marzo a giugno (il calendario completo è disponibile qui) per presentare attraverso il cibo e le mappe tematiche una Padova “diversa”, fatta di incontri e condivisione.

Le città non sono fatte solo di edifici e infrastrutture, ma anche di storie passate, di vicende ancora in corso, di persone che la abitano. Una mappa tematica fornisce una rappresentazione di uno o più aspetti particolari della città. Come ogni città, anche la città di Padova ha una molteplicità di livelli di lettura Leggi di più

C’è un’Arcella che lavora per l’accoglienza e l’integrazione

MostraArcellaÈ passato poco più di un mese da quando due appartamenti in Arcella sono stati oggetto di atti di  vandalismo: luoghi che avrebbero ospitato, di lì a poco, alcuni richiedenti asilo

Il fatto è cronaca, come è cronaca il sostegno immediato che le associazioni della zona hanno dato alla Cooperativa Sestante in quella occasione. Ad oggi, la Cooperativa sta lavorando per consentire l’ingresso degli ospiti, anche facendosi carico delle preoccupazioni del vicinato.

Leggi di più

Dossier Immigrazione 2016: dati, ricchezza prodotta ed accoglienza in Italia e Padova

Dossier immigrazione 2016Il 10 novembre scorso è stato presentato a Padova il Dossier Immigrazione 2016. Organizzatore della serata il “Manifesto per Padova senza razzismo e discriminazione religiosa”.

Uno dei cofondatori, Renato Rizzo, ha fatto con noi il punto della situazione per quanto riguarda il contesto padovano. Leggi di più

Arising Africans: la parola agli afroitaliani

“L’idea di risveglio africano e la necessità di rilanciare un’immagine non stereotipata dell’Africa” sono il cuore di Arising Africans.

Abbiamo incontrato Ada, Anabell ed Emmanuel, che ci hanno raccontato la loro afroitalianità e il loro progetto. (La versione estesa dell’intervista si trova qui).

ecopolis: Perché Arising Africans?
ADA: ci siamo conosciuti tutti qui a Padova, all’Università. Leggi di più

Padova: fattorie sociali crescono

coislha_col moschin_padova_orticoltura_bio.jpgTra cemento e mattoni si sviluppa nella prima periferia di Padova uno splendido progetto di fattoria sociale, una campagna dove coniugare la coltivazione orticola di prodotti biologici con l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate. E’ un progetto di Coislha, cooperativa attiva da oltre 30 anni, dapprima nella gestione del verde urbano.

Infatti Coislha nasce già nel 1980 come cooperativa sociale di tipo B Leggi di più

Orto biologico ad Este: a coltivarlo saranno i migranti!

el tamiso_migranti_orto_este1A partire dallo scorso autunno ad Este, presso il centro di accoglienza migranti la cooperativa agricola el Tamiso sostiene un progetto che prevede la creazione e la cura di un orto biologico nel nuovo centro di accoglienza migranti.

È stato l’ex seminario dei Padri Giuseppini, vuoto da otto anni, ad aprire le porte ai 25 profughi e alla cooperativa sociale Percorso Vita: ottocento metri quadrati su due piani e quattromila metri quadrati di terra, in pieno centro storico ad Este.

L’orto servirà non solo per l’auto-consumo dei prodotti coltivati, ma anche e soprattutto per occupare, formare e favorire l’integrazione Leggi di più

Un vuoto amministrativo. Così sordi e ciechi senza sostegno a scuola

sordi_ciechi_fiaddaLa scuola per tutti: è una peculiarità tutta italiana di cui andare fieri, una scelta culturale per la quale siamo stati apripista in Europa a partire da fine anni ’70 con la chiusura degli Istituti speciali: è l’integrazione scolastica degli alunni con disabilità. Un progetto educativo, oltre che una idea di società, che però va alimentato con risorse, formazione, attività culturale.

Perché è una scelta impegnativa, rispetto alla quale ci vuole personale specializzato, progettualità, innovazione e continuità. Mentre oggi 150 alunni sordi o ciechi (bambini o ragazzi) in provincia di Padova dal 1 marzo vedranno cancellato il servizio dei ripetitori/lettori, che permette loro di seguire la scuola insieme ai loro coetanei. Leggi di più

Immigrazione: quello che i mass media non dicono

carta stampataPubblichiamo la rettifica di Maurizio Trabuio, presidente di Città Solare – una cooperativa sociale attiva nell’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati – rispetto ad una affermazione erroneamente attribuitagli sulle pagine del “Mattino di Padova” il 20 dicembre 2014.

“Sono stanco di ascoltare le posizioni dei benpensanti” è una frase che non ho mai detto e che d’altra parte sarebbe anche incoerente con il mio pensiero: non mi stancherò mai di ascoltare chi ben pensa! Leggi di più

Tor Sapienza: scriviamo assieme un futuro di integrazione

RifugiatiI rifugiati di Tor Sapienza, dopo i gesti ostili compiuti nei loro confronti da alcuni  italiani che vivono nel quartiere romano che li ospita,  prendono la parola, rivendicando il loro diritto alla sicurezza e alla libertà in questi termini:

“Tutti parlano di noi in questi giorni, siamo sotto i riflettori: televisioni, telegiornali, stampa. Ma nessuno veramente ci conosce.

Noi siamo un gruppo di rifugiati, gruppi di 3 o 5 persone provenienti da diversi Paesi: Pakistan, Mali, Etiopia, Eritrea, Afghanistan, Mauritania, ecc… Non siamo tutti uguali, ognuno ha la sua storia; ci sono padri di famiglia, giovani ragazzi, laureati, artigiani, insegnanti, ecc… ma tutti noi siamo arrivati in Italia per salvare le nostre vite. Leggi di più