Nasce un nuovo circolo del Cigno verde! È Legambiente Pratiarcati

Il prossimo 29 novembre ad Albignasego nascerà il nuovo Circolo Legambiente Pratiarcati.

La riunione che terrà a battesimo il nuovo gruppo ambientalista si terrà nella sala comunale di Albignasego di Via Milano 7, alle ore 21 ed è aperta a tutte le persone interessate o curiose, e non solo di Albignasego! Leggi di più

Io ce l’ho pieghevole (il bicchiere)

plastic waste II CroppedCi siamo: arriva la bella stagione estiva, e con essa i picnic, le grigliate, le sagre, le camminate, le gite fuori porta e le lunghe giornate di relax in spiaggia. L’elenco potrebbe proseguire ancora, a seconda di quanto siate avventurosi.

Io personalmente adoro le podistiche e i ristori, dove volontari molto volonterosi offrono bevande e sostentamento agli impavidi sportivi. E se c’è una cosa che non dimentico in queste giornate particolari, è il mio bicchiere pieghevole. Leggi di più

Diossina a Monselice, i cittadini chiedono la chiusura del cementificio

Monselice-in-piazza.-Stop-alla-diossina_articleimage CroppedMigliaia di persone lo scorso 11 maggio hanno raccolto l’invito del Movimento civico Cambiamo aria, portando per le strade di Monselice fiaccole e striscioni, cartelli e slogan con i quali chiedevano a gran voce di chiudere la fonte del grave inquinamento registrato nell’area del Monte Ricco.

PCB, diossine, benzene, IPA e altre sostanze tossiche e cancerogene sono state infatti ritrovate nelle zone di ricaduta dei fumi del cementificio di Monselice, risultando in alcuni casi superiori alla soglia di contaminazione, in altri superiori ai livelli di attenzione. Leggi di più

Odori a Limena, il sindaco presenta un folle esposto contro chi li denuncia

Tavello_rifilataI disagi per la cittadinanza di Limena durano in modo intermittente da anni.

Riguardano i cattivi odori che sembrano provenire da un impianto di biogas che si trova all’interno dell’area naturalistica del Tavello, nella parte nord del paese, a meno di 1 km da un quartiere densamente popolato e 1,5 km dalla sede del municipio. Leggi di più

Inquinamento da diossina a Monselice, Cambiamo Aria lancia la mobilitazione

MonseliceNelle zone di ricaduta dei fumi della cementeria di Monselice si è rilevata la presenza di diossine, furani – 21,1 volte rispetto alle zone non esposte –  prodotti clorulati e idrocarburi policiclici aromatici: tutte sostanze cancerogene o che interferiscono con il sistema ormonale.

Sono prodotte dal cementificio, che le spande da decenni nell’aria che respiriamo e sui terreni attraverso i fumi, bruciando ogni anno non solo circa 74.000 tonnellate di pet coke ma anche rifiuti, Leggi di più

Fuori i diesel dalle città: è dura, ma si comincia con Italia e Germania

pexels-photo-248370Dal cosiddetto scandalo “Dieselgate sono passati quasi tre anni, ma le conseguenze nel dibattito pubblico sono ancora più sentite che mai.

Oltre alle ripercussioni strettamente legali, lo scandalo Volkswagen ha anche aperto una discussione sull’uso dei diesel nelle città, che è culminata lo scorso febbraio con la decisione della Corte Suprema tedesca di lasciare la libertà alle amministrazioni cittadine di poter bandire le auto a diesel dai centri urbani. Leggi di più

Acciaierie Venete: chiediamo uno sforzo di trasparenza e qualità

mattinopadova.gelocal.it_AcciaierieTrasferire il laminatoio di proprietà di Acciaierie Venete spa, da Mortise in riviera Francia, dove già insistono gli stabilimenti della più grande acciaieria padovana?

Come qualcuno ricorderà (ne abbiamo parlato qui, ndr), alla fine dello scorso anno i Comuni interessati (Padova, Saonara, Ponte San Nicolò) e le associazioni ambientaliste locali avevano già inviato alcune precise osservazioni e richieste di chiarimenti in merito al progetto.

La società di consulenza incaricata dall’azienda ha risposto Leggi di più

Ecobonus variabile, bonus verde, eco-prestito: le novità della legge di bilancio sugli incentivi energetici

ecobonus-2018-300x162La Legge di Bilancio 2018, entrata in vigore il 1° gennaio, presenta alcune novità riguardanti gli incentivi ai lavori di efficientamento energetico degli immobili, il cosiddetto ecobonus. La prima è che è stato confermato di un anno, ma ridefinito in molti aspetti.

Vediamo, in sintesi, quali sono.  Leggi di più

Finito il 2017, annus horribilis del decennio per la qualità dell’aria

1inquinamentoA Padova il 2017 è stato l’annus horribilis del decennio per quanto riguarda la qualità dell’aria, fuorilegge per PM10, PM2,5 ed Ozono.

In particolare per il PM10 è da un decennio che non si registravano così tanti sforamenti del limite di legge giornaliero (50 microgrammi per mc d’aria da non superarsi per più di 35 giorni in un anno): ben 102. Bisogna tornare al 2007 per trovarne un numero maggiore (scarica tabella).  

Ed è il 17esimo anno in cui Padova è consecutivamente fuorilegge per il PM10. Leggi di più

Domenica votate per un futuro sostenibile. Riflessioni conclusive sui temi ambientali

ballottaggioDomenica 25 giugno i padovani saranno chiamati nuovamente alle urne per stabilire chi sarà il nuovo sindaco fra Massimo Bitonci e Sergio Giordani, che sarà sostenuto anche dal candidato di Coalizione Civica, Arturo Lorenzoni.

Come già proposto negli scorsi numeri di Ecopolis, abbiamo provato a fare un confronto fra i programmi elettorali dei due candidati, considerando anche quanto successo negli oltre due anni di mandato dell’ex sindaco Massimo Bitonci, per capire cosa ci aspetterà nei prossimi anni sui temi dell’ambiente e della sostenibilità. Leggi di più

Candidatevi per il Servizio Civile in Legambiente: progetti a Padova e in Veneto

servizio civile_legambiente padovaAnche quest’anno Legambiente aderisce al bando del Servizio Civile Nazionale.

Nella nostra regione più di una possibilità per un’esperienza di volontariato tra il locale e il globale: due i progetti a tema sostenibilità ambientale a cui fare domanda per prendere servizio nelle città di Padova, Rovigo e Vicenza.

C’è tempo fino al 26 giugno per presentare la propria candidatura.

Come ha origine questa forma istituzionale di cittadinanza attiva? Leggi di più

Milioni di bici variopinte in comune: successo e contraddizioni del bike-sharing in Cina

Bike-sharing in CinaIl 2016 ha testimoniato, anche in Cina, il successo inaspettato del bike-sharing, che sta attraendo centinaia di investitori della finanza internazionale e creando milioni di posti di lavoro.

È un cambiamento davvero profondo per un paese che con la sua recente crescita economica ha prodotto un’enorme inquinamento ambientale e ora sente la necessità di un’inversione di rotta verso un modello di sviluppo eco-sostenibile: tra gli mezzi utilizzati c’è anche la sharing economy che nel paese sta permeando diversi settori economici e sociali. Leggi di più

Padova quarta città più inquinata d’Italia. Tra i candidati, chi se ne occupa?

smog_padova_traffico_legambientePadova è la quarta città più inquinata d’Italia. Solo in questo primo scorcio di 2017, Padova ha superato per ben 48 giorni il limite di legge giornaliero di concentrazione delle PM10 (50 microgrammi per metro cubo d’aria), le polveri sottili responsabili di bronchiti, asme e tumori.

Padova ha fatto meglio solo di Torino (54 giorni), Frosinone e Cremona (52) e è a pari merito con Vicenza. Padova ha sensibilmente peggiorato la sua posizione rispetto al 2016 e al 2015 in cui era l’undicesima città più inquinata, e fa peggio delle altre città venete: Venezia è a 47 superamenti, Treviso a 42, Verona a 38. Leggi di più

Una siepe per dire Stop al cemento: al via una campagna di crowdfunding

basso isonzo_seme_siepi_ca sanaPadova una città sempre più invasa dal cemento, l’aria irrespirabile un giorno su tre, la natura che sembra scomparire.

In città sono sempre meno le aree verdi, che vanno difese e valorizzate. Uno dei luoghi simbolo di questa “resistenza verde” in città è il Parco del Basso Isonzo.

Qui, alcune realtà che credono nel biologico, attraverso un social crowdfunding, vogliono raccogliere persone, idee, fondi, per dare vita in maniera concreta a un vero Parco Agricolo Biologico al servizio della città e dei cittadini che abitano il territorio. Leggi di più

AIEL: “Pellet e legna ora assicurano migliore efficienza energetica. Monitoriamo insieme il PM10”

Pellet di legnoSecondo i dati ufficiali dell’Ispra risulta che nel 2013 il PM10 prodotto annualmente dalla combustione residenziale (<35 kW) di legna e pellet supera quota 110 kt, ovvero quasi 5 volte superiore a quello prodotto dal traffico.

Di fronte a questa evidenza, secondo AIEL c’è un primo dato che mette in dubbio che le biomasse producano così tanto inquinamento: infatti la stima delle emissioni di PM10 si basa sul presunto enorme aumento (di quasi 7 volte!) del consumo registrato fra tra il 1999 e il 2014; fenomeno che in realtà non c’è mai stato. Se si fa riferimento alla serie storica dei consumi calcolata dal Gse sulla base Istat, l’aumento è contenuto al 16%. Leggi di più

Battere lo smog si può: Veneto ed Emilia Romagna a confronto

inquinamento2Il Veneto, a differenza dell’Emilia-Romagna, non dà risposte all’altezza del problema dell’inquinamento delle proprie città.

Entrambe le regioni hanno approvato recentemente delle delibere regionali in materia: confrontiamole, per mettere in chiaro che battere lo smog si può.

La delibera veneta di novembre è purtroppo pilatesca: scarica infatti nuovamente sui Comuni gli interventi da adottare in caso di sforamento per tre giorni consecutivi dei 100mg/m3 di Pm10. Leggi di più