Avanti con l’idrovia: ne va della sicurezza di tutto il Veneto centrale

IdroviacopI Comitati uniti per il completamento dell’idrovia Padova-mare hanno stilato il testo di una mozione che sarà presentata a una quarantina di Amministrazioni locali padovane e veneziane per l’adozione da parte di ognuno dei Consigli comunali.

Nella mozione si evidenzia che fra le opere pubbliche più necessarie e urgenti oggi in Italia ci sono indubitabilmente quelle che servono a salvaguardare il territorio e i cittadini dal rischio idrogeologico.

Rischio che si combatte, oltre che con il risparmio di suolo e il suo corretto utilizzo, anche con la costruzione dei bacini di laminazione e di nuovi canali  Leggi di più

Da Idrovia a Parco naturale della Brenta-Idrovia

idroviaLo scorso 8 marzo è stato depositato in Regione il progetto preliminare dell’idrovia Padova-Mare. Uno straordinario passo avanti verso il completamento di quest’opera.

Legambiente rilancia: l’opera rappresenti l’opportunità di cambiare volto ad un territorio restituendone parte dell’identità perduta. In una parola, diventi l’asse di un nuovo parco. Leggi di più

Idrovia: che sia corridoio ecologico

OLYMPUS DIGITAL CAMERAQuando si parla di idrovia Padova mare e di quanto ruota intorno a quella striscia di territorio definita “asse plurimodale” gli argomenti certo non mancano.

Il nostro costante impegno per il completamento dell’idrovia è cosa nota, e finalmente la Regione Veneto ha avviato il progetto preliminare che verrà presentato già nei prossimi mesi. Uno straordinario passo avanti compiuto grazie al lavoro dei comitati che assieme a Legambiente spingono da anni in questa direzione. Leggi di più

Vittoria, elettrodotto archiviato!

elettrodotto3 (1)Lo scorso 16 giugno la “Direzione Generale per le Valutazioni e le Autorizzazioni Ambientali” del Ministero per l’Ambienteha definitivamente archiviato il progetto di TERNA Spa per la realizzazione di una nuova linea elettrica fra Dolo e Camin (vedi qui il testo).

E’ una grande vittoria per tutti coloro che in questi anni hanno lottato contro questo devastante progetto, un elettrodotto aereo Leggi di più

Idrovia subito: si può, si deve

idrovia_padova_legambiente_saonaraCon un bilancio senza dubbio positivo! Così si è concluso il ciclo di 4 incontri – a Selvazzano, Strà, Piove di Sacco e Ponte San Nicolò- sull’importanza del completamento dell’idrovia Padova mare organizzato da Legambiente, circoli di Saonara e Selvazzano, e dal Comitato Brenta Sicuro.

Con una media di un centinaio di cittadini a serata, abbiamo assistito ad interventi precisi molto apprezzati, trovato diversi Sindaci in prima linea a fianco delle associazioni, e soprattutto individuato un “piano di battaglia” molto concreto per i prossimi mesi.

Leggi di più

L’Idrovia Padova-Mare: un grande vantaggio per tutti

idrovia PADOVA-VENEZIA - incontriAnche l’autorevole voce del prof. Luigi D’Alpaos si è aggiunta all’elenco di coloro che hanno voluto mettere la propria faccia al servizio del completamento dell’idrovia Padova – Mare (per vedere l’intervista: Videoclip D’Alpaos).

Una posizione non nuova. Già nel 2006, infatti, realizzò una simulazione che prevedeva cosa sarebbe accaduto se si fosse verificata un’alluvione paragonabile a quella che effettivamente avvenne nel 2010. Ebbene, le previsioni del modello si dimostrarono incredibilmente accurate e realistiche. La “ricetta” perché questo non accada più rimane il completamento dell’idrovia Padova-mare.

A chi non conosce il progetto e la sua utilità è dedicato un ciclo di incontri itineranti, per capire e discutere. Si inizia venerdì 10 aprile a Caselle di Selvazzano, ore 21 presso presso il Centro Civico in piazza Carlo Leoni.

Leggi di più

Saonara: il Comune cancella la camionabile dal G.R.A.P.

tracciato_camionabileAll’inizio degli anni 2000 l’opera ‘camionabile’ venne inserita all’interno del P.R.U.S.S.T. “Riviera del Brenta” (acronimo di: ‘Programmi di Riqualificazione Urbana e di Sviluppo Sostenibile del Territorio’) assieme all’idrovia ed alla ferrovia, per la costituzione di un “Nuovo asse plurimodale”. Verso la metà del decennio scorso nasce la ‘Grande Raccordo Anulare S.p.a’ che ingloba nel proprio progetto l’opera cercando di avviarne il processo attraverso la ‘finanza a progetto’ nella ‘legge obiettivo’. Una modalità d’operare, questa, tale da permettere di aggirare qualunque obiezione, richiesta di chiarimenti e perplessità che, di volta in volta, sia Legambiente che i vari comitati locali di cittadini, provassero a frapporre. Leggi di più

Idrovia Padova-mare: più sicurezza e meno inquinamento

idroviaUn raggruppamento di comitati territoriali e di associazioni (tra le quali Legambiente Veneto e sei dei suoi circoli) hanno individuato nel completamento dell’idrovia Padova–Venezia, o meglio Padova-Mare, un intervento indispensabile ed urgente innanzitutto per  diminuire il rischio idraulico dei territori di pianura che sono attraversati dai fiumi Brenta e Bacchiglione e per offrire, nel contempo, una modalità trasportistica alternativa a quella su gomma in grado di ridurre il grave inquinamento atmosferico che grava sull’intera pianura padana. Leggi di più

Facciamo (finalmente) luce sull’idrovia

striscioneidroviaSi è tenuta venerdì 10 alle ore 20 l’inaugurazione dell’impianto di illuminazione del primo tratto arginale dell’idrovia Padova-Venezia, nel territorio del Comune di Saonara (trovi QUI il video dell’evento). La realizzazione del progetto è stata possibile grazie ad un sostanzioso contributo dalle casse regionali che ha coperto il 50% dell’intervento. Leggi di più

Gli errori del bando per il progetto preliminare dell’idrovia

Idrovia_manifestazione_saonaraLa Regione, su iniziativa dell’assessore all’Ambiente Maurizio Conte, sta cercando di accelerare sul progetto per il completamento dell’idrovia Padova – Mare, da realizzare nella doppia funzione di canale navigabile e di scolmatore delle acque di piena del fiume Brenta. Leggi di più

Zaia intervenga sui battelli fluvio-marittimi

porto offshore VE1Egr. Presidente Zaia

Se è vero che l’ass. Conte porterà quanto prima in Giunta un bando per il progetto preliminare dell’idrovia Padova-Mare, prevedendo anche la funzione navale, credo occorrerà il suo intervento per modificare alcuni aspetti, che avrei preferito fossero stati affrontati e discussi in una Conferenza Servizi di tipo istruttorio, convocata preliminarmente al bando.

Così non è stato ed ora tocca a Lei provvedere.

Nel suo recente libro: “Il futuro europeo della portualità italiana” il pres. Paolo Costa a pag 240, parlando dei battelli che faranno la spola tra il TOS e la terraferma  – le  “mamavessel”, le chiama – scrive che avranno un pescaggio di 5,50 mt. Anche le chiatte, da queste portate a riva, affondano – così si legge a pag 389 – per 3,75 mt , mentre i rimorchiatori-spingitori arriveranno a 4 mt. Leggi di più

Ai candidati, ecco le grandi opere che vogliamo (e quelle no)

Via_le_mani_grandi opereProject financing, messa in sicurezza idraulica dell’area, costi del campus e degli espropri, problemi di mobilità. Sono alcuni dei dubbi che gravano sull’opportunità e sulle modalità di realizzazione del nuovo Ospedale. A cui si aggiunge la cruciale domanda: che fine farà l’area dell’attuale ospedale; verrà riconsegnata alla città o servirà solo per fare cassa? Domande che faremo il 16 maggio ai Candidati Sindaco.

Il nuovo ospedale dovrebbe essere costruito tramite la finanza di progetto ad iniziativa privata,  Leggi di più

Idrovia: il diavolo sta nei dettagli

idrovia

In questi giorni si è molto discusso dell’idrovia, opera non conclusa che anima dibattiti politici e non. Poco, però, si parla della questione delle chiatte e delle imbarcazioni che dovranno iniziare a percorrere tale tratta. Nel progetto del TOS (Terminal Offshore Veneziano) è stato infatti elaborato anche un modello di collegamento navale con la terra ferma. Leggi di più

Idrovia: a parole tutti d’accordo

idroviaSabato 12 aprile a Conche di Codevigo, proprio nel punto di esondazione del fiume Brenta nel 1966, il Comitato Brenta Sicuro ha organizzato una manifestazione (clicca qui) per rievocare il tragico evento e per rimarcare l’attualità del rischio idraulico che ancora grava sul territorio. All’interno della manifestazione il presidente di Legambiente Veneto, Luigi Lazzaro, presenterà un documento che illustra la posizione dell’associazione sul completamento dell’idrovia, con riferimento sia alla sua capacità di ridurre il rischio idraulico e l’inquinamento dell’aria nella nostra regione che alla sua importanza infrastrutturale.   Leggi di più

Fermiamo l’alluvione edilizia per evitare quella delle acque

Cataio allagatoSono passati poco più di tre anni dall’alluvione del 2 novembre 2010 ed il territorio padovano viene nuovamente messo sotto scacco a causa della fragilità idrogeologica che affligge l’intera regione. Fragilità a cui non si è ancora riusciti a porre rimedio nonostante il susseguirsi di commissari straordinari, primo fra tutti lo stesso governatore Zaia,  dotati di poteri eccezionali che non sono riusciti ad esercitare, e nonostante l’esistenza di finanziamenti europei che solo in modesta percentuale sono stati utilizzati.” Leggi di più

Fermato l’elettrodotto Dolo-Camin

fotodoloStraordinario quanto inaspettato il successo della storica battaglia contro l’elettrodotto aereo a 380.000 V lungo l’idrovia nel tratto Dolo-Camin. Martedì 11 giugno il Consiglio di Stato ha espresso il suo parere accogliendo il ricorso presentato, assieme a molti cittadini della Riviera del Brenta, dai comitati ed associazioni riuniti in CAT e dai Comuni interessati da questa devastante opera, ed annullando il parere del TAR favorevole al progetto. È una sentenza storica, tanto vero è che Terna s.p.a. aveva già iniziato i lavori della costruzione dei piloni (alti oltre 60 metri, ndr), nella sicurezza di avere ormai l’approvazione a portata di mano.Ora invece TERNA stessa dovrà rivedere da capo tutto il progetto, accogliendo finalmente le richieste per cui anni ci battiamo, ovvero che le linee elettriche vengano interrate riducendo così enormemente il loro impatto ambientale, sia dal punto di vista paesaggistico che per l’inquinamento elettromagnetico. Leggi di più