Padova svolta: le priorità ambientali per la nuova giunta

elezioni 2017_Sergio Giordani Arturo LorenzioniIl 25 giugno Padova ha deciso di cambiare: Sergio Giordani e Arturo Lorenzoni hanno vinto il ballottaggio contro Bitonci. L’hanno battuto per pochi voti, ma nella nostra città è quasi sempre così.

C’è da considerare anche una furiosa campagna elettorale del sindaco uscente che fra primo e secondo turno ha tirato su tutto quello che poteva recuperare. E per farlo non è certo andando per il sottile, superando costantemente il limite della correttezza.

Cosa cambia oggi dal punto di vista ambientale?

Leggi di più

Domenica votate per un futuro sostenibile. Riflessioni conclusive sui temi ambientali

ballottaggioDomenica 25 giugno i padovani saranno chiamati nuovamente alle urne per stabilire chi sarà il nuovo sindaco fra Massimo Bitonci e Sergio Giordani, che sarà sostenuto anche dal candidato di Coalizione Civica, Arturo Lorenzoni.

Come già proposto negli scorsi numeri di Ecopolis, abbiamo provato a fare un confronto fra i programmi elettorali dei due candidati, considerando anche quanto successo negli oltre due anni di mandato dell’ex sindaco Massimo Bitonci, per capire cosa ci aspetterà nei prossimi anni sui temi dell’ambiente e della sostenibilità. Leggi di più

Bus elettrici: Bitonci smentisce se stesso

autobus_APS_Padova“Questo bus sarà elettrico” così recita da qualche giorno la pubblicità elettorale pagata da Massimo Bitonci sui mezzi di Busitalia. La cosa ha fatto trasalire molti, visto cosa ha fatto Bitonci durante il periodo in cui è stato sindaco.

Facciamo prima un passo indietro. Da molti anni APS Holding aveva iniziato a sostituire i mezzi a gasolio con quelli a metano, arrivando a una consistente metanizzazione della propria flotta, con vantaggi per l’ambiente ed economici.

E’ stato fatto anche un importante investimento costruendo un distributore a metano nell’area di via Rismondo Leggi di più

Ospedale nuovo: cosa dicono i candidati Sindaco

Ospedale PadovaLo scorso 1 giugno, in un incontro pubblico a Forcellini, l’onorevole Alessandro Naccarato, il consigliere regionale Claudio Sinigaglia e il segretario regionale dell’Associazione Medici Ospedalieri Adriano Benazzato hanno discusso del futuro Ospedale di Padova.

I due primi relatori hanno presentato la nuova posizione che ha assunto sull’argomento il Partito Democratico: pur non rinnegando l’iniziale scelta di Padova Ovest, il PD è ora orientato verso la rigenerazione dell’ospedale esistente estendendo l’intervento anche alle aree del Portello e della Fiera. Leggi di più

30% di terreni agricoli: per Bitonci aree da edificare. Cosa ne vogliono fare i candidati Sindaco?

parco_agropaesaggistico_padova_legambienteNei due anni e mezzo di Massimo Bitonci Sindaco Legambiente ha avuto con lui un solo incontro. A settembre 2014, pochi mesi dopo l’insediamento, quando gli abbiamo presentato alcuni progetti strategici per la città.

Quello su cui più ci si dilungò fu l’istituzione del parco agro-paesaggistico metropolitano.

Bitonci apprezzò, o meglio fece finta, coinvolgendo l’allora assessore all’Ambiente Cavatton. Per poi non solo dimenticarsene del tutto quando si trattava di deliberare Leggi di più

Una città in comune: per una valorizzazione del patrimonio storico-culturale padovano

Vizi e virtù_GiottoUno dei diritti fondamentali dei cittadini è avere la possibilità di godere degli spazi e dei monumenti che appartengono alla comunità diversificata e composita. Siamo quindi tutti chiamati a prendercene cura, perché il valore che attribuiamo ad un monumento ne determina la sua tutela.

L’attenzione verso i nostri monumenti, quindi, non deve più essere solo di competenza del pubblico specializzato, ma deve essere praticata da tutti i cittadini. Leggi di più

A Padova c’è un abnorme consumo di suolo: i candidati Sindaco pensano di fermarlo? E come?

consumo suolo basso isonzoLa situazione del consumo di suolo a Padova, già di per sé allarmante – qui il rapporto ISPRA 2016 – sarà aggravata dall’attuazione delle prescrizioni del PAT (Piano di Assetto del Territorio), adottato nel 2009 ed approvato nel 2014, a nostro giudizio profondamente sbagliato e pertanto da rivedere (ne abbiamo parlato qui).

L’allora neosindaco Bitonci ha addirittura peggiorato la situazione approvando una variante al Piano degli Interventi che aumenta l’enorme edificabilità già prevista dal vecchio PRG. Leggi di più

“Io sogno Padova”: l’Unione degli Universitari incontra i candidati sindaci (e uno mente)

Sindaci incontrano UDUSuccesso di pubblico martedì scorso al teatro Ruzzante con la sala gremita di studenti universitari, compresi alcuni delle superiori ed un palco affollato: 5 candidati sindaci su 6 hanno accolto l’invito a confrontarsi con il manifesto Io sogno Padova di Studenti Per-UDU e Rete degli Studenti Medi e a rispondere su alcune proposte.

Otto i macro temi del manifesto che “nasce dalla necessità di aprire una finestra di ascolto e dialogo con l’amministrazione di Padova [per] dare rilevanza al concetto di cittadinanza studentesca”.

I sogni richiamano scelte valoriali, ma sono anche richieste concrete Leggi di più

Verde urbano: Bitonci è stato un Attila voltagabbana. Quali gli impegni degli altri candidati?

tagli alberi_tigli_piazza castello_padovaCosa ne è stato del verde urbano in questi 2 anni e mezzo, e cosa aspettarci?

Nel 2014 Bitonci prometteva la protezione dei cunei verdi esistenti secondo il piano dell’urbanista Piccinato. Invece, cambiando totalmente opinione, si è comportato come Attila: con l’approvazione nel 2015 del Piano degli interventi e la mancata revisione del PAT ha dato il colpo di grazia ai cunei verdi. Si pensi all’ampliamento e nuova edificabilità in zona Iris, alla modifica di destinazione di aree agricole attorno al Plebiscito, trasformate in zone per parcheggi del nuovo (ipotetico) Stadio o alla “variantina” al basso Isonzo per la realizzazione di nuova strada.

Riguardo agli alberi Bitonci scriveva testualmente Leggi di più

Padova quarta città più inquinata d’Italia. Tra i candidati, chi se ne occupa?

smog_padova_traffico_legambientePadova è la quarta città più inquinata d’Italia. Solo in questo primo scorcio di 2017, Padova ha superato per ben 48 giorni il limite di legge giornaliero di concentrazione delle PM10 (50 microgrammi per metro cubo d’aria), le polveri sottili responsabili di bronchiti, asme e tumori.

Padova ha fatto meglio solo di Torino (54 giorni), Frosinone e Cremona (52) e è a pari merito con Vicenza. Padova ha sensibilmente peggiorato la sua posizione rispetto al 2016 e al 2015 in cui era l’undicesima città più inquinata, e fa peggio delle altre città venete: Venezia è a 47 superamenti, Treviso a 42, Verona a 38. Leggi di più

Elezioni: il Volontariato ha tante richieste ai candidati. Non per sè ma per la città

volontariato_elezioni_padovaLo scorso 8 aprile l’Assemblea dei soci del CSV, il Centro Servizio Volontariato provinciale di Padova, ha approvato un documento politico, non partitico, rivolto ai candidati sindaco, in vista delle prossime elezioni amministrative a giugno che coinvolgeranno Padova e 16 comuni della provincia.

Il documento Portatori sani di democrazia, steso grazie ad un lavoro per gruppi (si iniziò a marzo, vedi qui), ha l’obiettivo in primo luogo di aiutare le associazioni (se ne contano ben 2.810 nel padovano!) a recuperare il proprio fondamentale ruolo di stimolo e collaborazione con l’ente pubblico Leggi di più

Il Comitato Mura di Padova scrive ai candidati Sindaco

cortina muraria via VolturnoIl Comitato Mura di Padova si rivolge ai candidati sindaci con una lettera aperta (qui l’originale) per evidenziare le opportunità che il recupero delle Mura può offrire alla città e le sfide che questa prospettiva pone alla futura Amministrazione.

Negli ultimi anni si è consolidata l’idea del Parco delle Mura e delle Acque, con sempre maggiore consapevolezza e partecipazione tra i cittadini, i quotidiani locali, gli amministratori e le numerose associazioni coinvolte. Leggi di più

Elezioni e studenti: l’ASU interviene per una Padova “città educativa”

1514581_713291795425657_7142816113615888833_nCome Associazione Studenti Universitari di Padova interveniamo nel dibattito elettorale per portare avanti le esigenze e i diritti degli studenti (qui il testo originale).

Sono temi spesso dimenticati dalle forze istituzionali, mentre per noi è  da sempre fondamentale riconoscere e valorizzare il ruolo culturale, sociale e politico della componente studentesca della città. Leggi di più

L’Associazione Progetto Portello scrive ai candidati sindaci

La porta del PortelloL’Associazione Culturale Progetto Portello, nella consapevolezza che, pur essendo apartitica, la realizzazione dei propri obiettivi è connessa alle scelte dell’Amministrazione Comunale, si rivolge ai candidati sindaci con una lettera aperta (qui l’originale), per evidenziare problemi e mancanze del nostro quartiere.

Il Portello risente, innanzitutto, della soppressione di varie linee di trasporto pubblico attive fino a qualche anno fa, unita all’eliminazione della postazione di biciclette a nolo di Via Marzolo. Leggi di più

“Fare la pace”: lettera aperta ai candidati sindaci

Marcia per la paceDi fronte al silenzio quasi generale sulle guerre del nostro tempo noi associazioni pacifiste chiediamo ai candidati sindaci di confrontarsi su un serio programma di diffusione della cultura della pace a Padova (scarica qui il documento completo).

Mentre in Italia aumentava l’attenzione su questi temi, la scorsa amministrazione, ha invece disatteso lo Statuto della nostra città, secondo cui spetta al Comune promuovere la “cultura della pace e dei diritti umani”.

Leggi di più

Mettere al centro ambiente, innovazione e partecipazione: 16 associazioni scrivono a chi si candida a Sindaco

città ecologicaIn merito alle elezioni del futuro Sindaco di Padova le associazioni e comitati firmatarie condividono le seguenti preoccupazioni e proposte:

Le città europee emergenti sono quelle che oggi sanno affrontare insieme la crisi economica, sociale ed ambientale avviando coraggiosi programmi di rigenerazione urbana, incrementando il sistema del verde e promuovendo l’agricoltura urbana, rinaturalizzando i corsi d’acqua, potenziando i trasporti pubblici, creando nuove economie connesse all’ecologia e al territorio, valorizzando le reti delle relazioni sociali e dando vita ad una comunità inclusiva ma aperta all’innovazione e alla creatività. Leggi di più