Ai candidati, ecco le grandi opere che vogliamo (e quelle no)

Via_le_mani_grandi opereProject financing, messa in sicurezza idraulica dell’area, costi del campus e degli espropri, problemi di mobilità. Sono alcuni dei dubbi che gravano sull’opportunità e sulle modalità di realizzazione del nuovo Ospedale. A cui si aggiunge la cruciale domanda: che fine farà l’area dell’attuale ospedale; verrà riconsegnata alla città o servirà solo per fare cassa? Domande che faremo il 16 maggio ai Candidati Sindaco.

Il nuovo ospedale dovrebbe essere costruito tramite la finanza di progetto ad iniziativa privata,  Leggi di più

Caro Sindaco: primo, lotta allo smog

Via_le_mani_1_web_smogVenerdì 16 maggio incontreremo i candidati a sindaco per capire le loro posizioni su Via le mani dalla città – la cartolina con cinque richieste programmatiche sottoscritta da più di mille cittadini (aggiungi la tua firma, clicca qui). Da oggi, per 6 numeri di ecopolis, presentiamo alcuni approfondimenti relativi a singole richieste.

MOBILITA’: sempre tutto a favore di auto

52 capoluoghi di provincia Italiani sono fuorilegge per lo smog (PM10 in particolare). Padova supera ininterrottamente il limite da oltre 10 anni. Leggi di più

Nuovo Ospedale: tante incognite sull’opera

downloadProject financing, messa in sicurezza idraulica dell’area, costi del campus e degli espropri, problemi di mobilità. Sono alcuni dei temi analizzati nel nuovo dossier di Legambiente (VEDI ALLEGATO) sulla costruzione del nuovo ospedale, sulla base dei quali vengono messi in fila i fortissimi dubbi che gravano sull’opportunità e sulle modalità di realizzazione dell’opera, a cui si aggiunge la cruciale domanda su che fine farà l’area dell’attuale ospedale: verrà riconsegnata alla città o servirà solo per fare cassa? Leggi di più

Padova2020 e SEL: ultimi giorni per non sprecare un’occasione

Via_le_mani_1_webLegambiente è un’associazione autonoma da ogni forza politica ma non indifferente alla scelta del futuro Sindaco e schieramento che governerà Padova. Sono costoro, infatti che avranno la possibilità di decidere del futuro della nostra città. In questi decenni il Sindaco e la grande maggioranza dell’Amministrazione Comunale di Padova sono stati per lo più appiattiti su un’idea di sviluppo della città che ha avuto come obiettivo quello di favorire – tout court – le richieste dei poteri economici forti. Leggi di più

Via le Mani dalla città: appello ai candidati Sindaci di Padova

Via_le_mani_1_web“Ci sono film che con il passare degli anni perdono la presa… 

altri che invece conservano una loro inattaccabile attualità, purtroppo”

da mymovies.it

Nei 50 anni che sono trascorsi dall’uscita nelle sale del film “Le Mani sulla città”, in Italia sono stati consumati in media più di 7 metri quadrati al secondo, 70 ettari di suoli persi ogni giorno. Numeri che, se guardiamo agli ultimi due anni, assomigliano ad un epitaffio più che a un grido d’allarme (dati ISPRA – Rapporto sulla qualità dell’ambiente urbano ed. 2013). Leggi di più

Auditorium e Piazzale Boschetti: dove sono i fatti?

Padova piazzale BoschettiCorreva il 31 luglio 2013 quando il Consiglio Comunale di Padova approvava la mozione sospensiva (illustrata da Elena Ostanel) di 120 giorni riguardante la localizzazione dell’auditorium e il destino di piazzale Boschetti.

Negli stessi giorni il Sindaco reggente Ivo Rossi annunciava una clamorosa marcia indietro rispetto al suo predecessore Zanonato: trasferire l’auditorium all’ex tesoreria in Piazza Eremitani, e trasformazione parziale di Piazzale Boschetti in area verde, richieste da sempre caldeggiate da Legambiente, Amissi del Piovego e da una pattuglia trasversale di consiglieri ed assessori. Leggi di più

Qualità ambientale: Padova perde punti

EU 2013Ecosistema urbano (vedi qui), giunto quest’anno alla ventesima edizione, è la “fotografia ambientale” dei capoluoghi che Legambiente scatta annualmente in collaborazione con Il Sole 24 Ore. I dati riguardanti il 2012 sono stati forniti dai Comuni e dall’Ista (vedi il rapporto completo).

Padova conquista un indice globale di sostenibilità di 53,22%, appena sufficiente e leggermente peggiore dello scorso anno, Leggi di più

Alfabeti per l’ecologia – Che cos’è lo sviluppo sostenibile?

Sviluppo-sostenibile-300x300A metà degli anni ’80 un gruppo di scienziati ed ambientalisti, tra cui Herman Daly, Howard Odum, Ann-Mari Jansson, Robert Costanza, Juan Martinez, Enzo Tiezzi, Ramon Margalef iniziarono ad elaborare il passaggio dal concetto di carrying capacity a quello di sviluppo sostenibile1, cioè di uno sviluppo capace di tenere conto dei limiti biofisici del pianeta. Leggi di più

Alfabeti per l’ecologia – Tempi storici, tempi biologici

TempiStoriciTempiBiologiciIl processo entropico e il processo evolutivo hanno una sola direzione e questa non può essere cambiata. Ma sulla velocità di questi processi possiamo esercitare la nostra influenza. Il nostro modo di vivere, di consumare e di comportarsi decide la velocità del processo entropico, la velocità con cui viene dissipata l’energia utile e, in ultima analisi, il periodo di sopravvivenza della specie umana. E’ necessario capire quali parametri debbano essere rallentati nel processo entropico e in quello evolutivo per modificare il comportamento umano. Leggi di più

Inquinamento. Europa: i polmoni dei padovani? I peggiori

imageI dati sull’inquinamento da Ozono diffusi oggi dall’Agenzia europea dell’ambiente,  che vedono Padova maglia nera in Europa, con 104 giorni di superamenti del limite di legge per la protezione per la salute nel 2011, erano stati puntualmente diffusi da Legambiente Padova l’anno stesso.

Ma non è andata molto meglio nel 2012 in cui si sono verificati 90 giorni di superamento del limite dell’ozono. Leggi di più

Alfabeti per l’ecologia – La vita è una proprietà planetaria

biodiversita-258Elogio alla complessità: ecco il tema trattato in questa terza pillola di Alfabeti per l’ecologia.

La biodiversità è fondamentale per il mantenimento della vita, perché tutto è legato su questo pianeta. Gli studi geologici, meteorologici, ecologici, oceanografici e biologici in genere, hanno ormai messo in evidenza con chiarezza che la vita d’ogni singolo organismo é parte di un processo su grande scala che coinvolge il metabolismo di tutto il pianeta. L’attività biologica é una proprietà planetaria, una continua interazione di atmosfere, oceani, piante, animali, microrganismi, molecole, elettroni, energie e materia, tutti parte di un unico globale.”1 Leggi di più

Alfabeti per l’ecologia: Entropia

Robur_fondo_kyoto-340x356E’ centrale, per l’ambientalismo scientifico, la tesi che dalla rivoluzione industriale in poi, la crescita dell’economa e della società abbia ignorato le fondamentali leggi della termodinamica.

“Tutte le azioni umane sottostanno a una ferrea legge – spiegava Enzo Tiezzi1– nota come secondo principio della termodinamica o legge dell’entropia, che afferma che tutta l’energia passa inesorabilmente da forme di energia utilizzabili a forme di energia non più utilizzabili, e che tutte le attività umane (anche, e particolarmente, quelle che creano ordine e organizzazione) producono inevitabilmente disordine, crisi, inquinamento e, in ultima analisi, decadenza nell’ambiente. Leggi di più

L’Alfabeto Ecologico: i limiti biofisici del Pianeta

pianetaI limiti biofisici del pianeta e quali le basi della sostenibilità. Partono da questi concetti chiave dell’ambientalismo scientifico le schede di Lucio Passi tratte dal suo recentissimo libro “Enzo Tiezzi, Verso il nuovo ambientalismo”, La Biblioteca del Cigno – Editoria & Ambiente. Il libro lo abbiamo recensito la scorsa settimana (vedi qui), ora, e per quattro settimane, l’autore ci proporrà in pillole alcuni concetti chiave fondamentali per un approccio critico e non dogmatico, ai problemi ambientali globali. Leggi di più

P.le Boschetti: ancora rischio colata di cemento

Padova piazzale BoschettiDue premesse, utili per ricordare, chè alcune cose sono successe d’estate: in questa appena conclusa e in un’altra di quasi 10 anni fa. A giugno scorso la decisione di Ivo Rossi e della Giunta di rinunciare a realizzare l’auditorium a piazzale Boschetti, utilizzando invece l’ex tesoreria di piazza Eremitani. E’ una scelta che condividiamo, attesa da anni. Il progetto dell’architetto Kada era una astronave marziana che atterrava in un’area delicata.

Il secondo fatto da rammentare fu invece una scelta sbagliata, di tipo speculativo: la fece la giunta Zanonato 1 aumentando per complessivi 34.000 metri cubi la volumetria edificabile all’interno dell’area Boschetti, accogliendo un’istanza speculativa della Provincia, il cui obiettivo era più quello di reperire risorse finanziarie. Leggi di più

Nuovo Ospedale: meglio prevenire che curare

images (1)La firma dell’accordo per il nuovo ospedale di Padova (la “pre-intesa”) deve avere come conseguenza un’assoluta trasparenza su tutte le scelte, gli atti e le spese relative all’iter che dovrebbe portare alla realizzazione della nuova opera. I cittadini, le organizzazioni sociali e di categoria, le Associazioni dovranno poter controllare tutto: a partire dagli esiti della perizia idrogeologica sull’area di Padova Ovest che la Regione dovrà compiere entro sessanta giorni, e dal piano tecnico-finanziario delle opere di urbanizzazione che dovrà svolgere il Comune, e via, via successivamente tutti gli atti, gli appalti e le spese. Leggi di più

Quale città, quale Sindaco di svolta? commenti politicamente scorretti

padova_futuro_ecopolisQuale idea di città, quali le priorità e gli scenari di futuro. “Lo sviluppo sostenibile è il vostro orizzonte per una nuova Padova?” Da qui siamo partiti per dialogare sabato scorso con 5 esponenti di partiti e movimenti che stanno nell’area del riformismo e del cambiamento. PD, Sel, Rifondazione comunista, Movimento 5 Stelle e Padova 2020 (vedi qui il video dell’introduzione).

Leggi di più