Feed on
Posts
Comments

CONVEGNO-CORRUZIONELegambiente per la prima volta, e proprio in Veneto, è stata ammessa parte civile in un procedimento che vede al centro fatti corruttivi – il processo contro la truffa delle opere fluviali sulle sponde del Po – e non reati specificatamente ambientali.

Si tratta di un importante riconoscimento della battaglia portata avanti dall’associazione contro la corruzione e un altro strumento in mano di chi voglia con noi combattere la battaglia contro i diversi “comitati d’affari” che hanno devastato (e devastano) il territorio.

La corruzione rappresenta, ed ha rappresentato, secondo noi il “motore immobile” della devastazione ambientale, il dispositivo attraverso il quale è stata derubato, assieme alla democrazia – falsando i processi decisionali resi opachi per gli interessi di pochi -, anche l’ambiente, compiendo scelte più impattanti e devastanti per accrescere il profitto.

Il seminario di Vicenza, che precede di un giorno il congresso regionale dell’associazione, vuole rappresentare una rassegna degli strumenti in mano ai cittadini organizzati per difendere l’ambiente e disarmare le lobby, le cricche e i clan che tentano di tenere in scacco il nostro futuro.

La corruzione devasta l’ambiente: gli strumenti di contrasto”, presso Tiepolo Hotel, via San Lazzaro 110 – Vicenza, 13 novembre, inizio ore 15.00. Il programma: Corruzione e devastazione ambientale. La nuova legge sugli ecoreati: Antonio Pergolizzi (coordinatore Osservatorio ambiente e legalità). Corruzione e culture imprenditoriali: Gianni Belloni (coordinatore Osservatorio ambiente e legalità – Veneto). Esposti, denunce ed inchieste: gli strumenti di chi l’ambiente lo difende: Luca Tirapelle (avvocato, Presidente Centro di azione giuridica – Legambiente Veneto). L’amministrazione e la trasparenza. Il caso dei lavori fluviali: Matteo Ceruti (avvocato, Centro di azione giuridica – Legambiente Veneto). L’amministrazione e la trasparenza. Il caso dell’ecomostro di Borgo Berga: Paolo Crestanello (avvocato, comitato contro gli abusi edilizi). Conclude Luigi Lazzaro, presidente Legambiente Veneto.

Sono previsti interventi di comitati e associazioni impegnati in Veneto contro la devastazione ambientale e la corruzione.

Gianni Belloni, coordinatore Osservatorio ambiente e legalità – Veneto

Leave a Reply