Feed on
Posts
Comments

consorzio bonificoDomenica 14 dicembre tutti siamo chiamati al voto per ri-eleggere i nostri rappresentanti nel Consorzio di Bonifica Bacchiglione: i 20 membri dell’assemblea. Noi voteremo Franco Zecchinato.

Non è una elezione riservata ai soli agricoltori od imprenditori, come molti pensano, ma possono esprimere il loro voto tutti i cittadini cui è intestata la tassa del Consorzio di Bonifica, che risiedono nell’area che va da Padova città ai Colli Euganei e fino alla laguna veneta, passando per il Piovese: una delle aree più urbanizzate delle provincia, sempre a rischio allagamenti o inquinamento.

E’ il territorio di competenza del Consorzio di Bonifica Bacchiglione, un territorio in cui la rete di scoli è fondamentale per garantire la sicurezza idraulica, tenere all’asciutto i centri abitati, le aree produttive e le zone agricole. E dove si continua a costruire mangiando superficie agricola. Cosa ha detto la passata dirigenza del Consorzio di Bonifica Bacchiglione rispetto ai numerosi piani di lottizzazione private o di ennesime aree artigianali? Non pervenuto.

Per noi ambientalisti come priorità c’è il consumo di suolo zero, e poi alcuni aspetti locali, come il completamento dell’Idrovia, indispensabile per la raccolta dell’acqua in caso di piena del Bacchiglione e del Brenta, come riserva per l’irrigazione nei periodi di siccità, ma anche come canale navigabile per le merci.

Per chi vive in appartamento, casa singola o villetta, oppure chi è un piccolo imprenditorie agricolo con pochi ettari, insomma per chi paga all’anno meno di 56 euro di bolletta annua, è riservato il diritto di voto nella fascia 1, che elegge 7 consiglieri.

Si possono esprimere 3 preferenze, purchè siano persone candidate nella stessa lista.

Come ambientalisti non abbiamo dubbi: la nostra prima scelta va a Franco Zecchinato. Produttore agricolo biologico, fondatore e poi Presidente della cooperativa El Tamiso. Ma anche promotore del Biologico in piassa e di tante iniziative di sostenibilità sociale ed ambientale, insieme ed al fianco di associazioni, comitati, consumatori critici, g.a.s. fin dagli anni ’70.

Si presenta come indipendente nella lista 1 AGRINSIEME – bonifica territorio e ambiente, quella messa insieme dalla CIA.

Oltre a Franco Zecchinato l’altra indicazione di preferenza può andare a Luca Lazzaro, molto impegnato per la realizzazione dell’idrovia e contro la camionale; ci viene segnalato dai circoli Legambiente di Saonara e Riviera del Brenta. Franco e Luca sono nella stessa lista e quindi possiamo dare ad entrambi il nostro voto di preferenza.

Per votare è sufficiente il proprio documento d’identità, da esibire non serve altro.

Per sapere qual è il proprio seggio (ce ne sono 43 distribuiti fra vari comuni) basta inserire il proprio C.F. aprendo questa pagina www.consorziobacchiglione.it/codice_fiscale.php (consente la ristampa dell’avviso elettorale, con indicazione anche del seggio)

Legambiente Padova

4 Responses to “Elezioni dei Consorzi di Bonifica ci riguardano: tutti”

  1. Mauro ha detto:

    Ulteriore segnalazione: il link che consente la ristampa dell’avviso elettorale, con indicazione anche del seggio è a questo link (in cui servirà indicare il codice fiscale)
    http://www.consorziobacchiglione.it/codice_fiscale.php

    Grazie a Legambiente

  2. Renzo ha detto:

    Non ho potuto votare perchè mancava il mio nome nelle liste, c’era solo quello di mia moglie, con la quale condivido la proprietà, però la tassa la mandano a nome mio!

  3. ecopolis ha detto:

    comunichiamo che Franco Zecchinato ha ricevuto 335 voti di preferenze risultando, per soli 5 voti, il primo dei non eletti, quarto nella lista di Agrinsieme.
    Da Franco ci arriva un grazie a tutti coloro che lo hanno votato.
    Grande il rammarico di una elezione sfumata per così poco, che sarebbe sicuramente arrivata se molti che ci hanno scritto (come Renzo) avessero potuto votare, confusi fra chi in famiglia è titolare del servizio e chi è l’intestatario della bolletta (?).
    Rimane il dato eclatante: solo il 2% degli aventi diritto si è recato a votare, segnale inequivocabile di quanto un Ente che nasce per la tutela del territorio, risulti sconosciuto ai più.
    saluti da ecopolis
    ps: Luca Lazzaro è risultato il quinto di lista, secondo dei non eletti.

  4. Franco Zecchinato ha detto:

    COME SONO ANDATE A FINIRE LE ELEZIONI 2014 AL CONSORZIO DI BONIFICA BACCHIGLIONE?
    Alle tante persone che sono andate a votare, spesso per la prima volta, e che mi hanno dato la loro preferenza.
    Ha votato il 2,74% (!!) degli aventi diritto in prima fascia, quella che mi ha riguardato; il 10,86% la seconda e il 26,99% la terza; mediamente il 4,30%. Questo la dice lunga su quanta poca informazione si faccia sulla faccenda: in termini di contenuti, di competenze e di diritti. Questo più o meno è il dato di tutti in consorzi.
    La Lista Agrinsieme, sostenuta da Confederazione Italiana Agricoltori – CIA, Confagricoltura, Copagri, CGIL e CNA ha ottenuto in totale 8 consiglieri su 20, quindi non ha vinto.
    In fascia prima della nostra Lista sono stati eletti i primi tre:
    Masiero Michela – presidente di Donne in Campo della CIA – 347 voti
    Schiavon Loris – funzionario CIA Piove di Sacco – 340 voti
    D’Ascanio Claudio – Direttore Regionale CIA – 340 voti
    Io sono al quarto posto con 335 preferenze e Luca Lazzaro con 334.
    Questo livellamento di preferenze, pur tra soggetti che hanno diversi ruoli e visibilità nel comparto specifico, ha destato un certo scalpore, e una certa soddisfazione, segno che una campagna di comunicazione volta ad informare sul ruolo e sulla gestione dei Consorzi di Bonifica ha un senso.
    Certo questo ha portato a votare Cittadini utenti che finora non avevano mai preso in considerazione questa opportunità, e di questi personalmente mi sento di esprimere la voce.
    Quindi mi impegnerò, nei limiti e nei modi possibili, affinchè alle prossime elezioni arrivino agli aventi diritto, congiuntamente all’invito al voto, anche le liste elettorali, la loro “matrice” ed i loro impegni.
    Per intanto chiedo alla Confederazione Italiana Agricoltori, in particolare, ma non sola, di farsi portavoce tramite gli eletti delle esigenze espresse, oltre che di garantire della pubblica informazione sull’operato e la gestione prossima futura del Consorzio Bacchiglione.
    Infine ringrazio tutti coloro che con me si sono impegnati per questo significativo risultato, e i tanti che hanno ritenuto di esprimermi personalmente il loro apprezzamento.
    Padova, gennaio 2015
    Franco Zecchinato

Leave a Reply