Feed on
Posts
Comments

Mobilità e urbanistica sostenibili. Queste le emergenze ambientali discusse nell’annuale assemblea soci di Legambiente Padova che si è svolta sabato 29 novembre. Tra tutte le emergenze ambientali della nostra città l’attenzione è stata posta soprattutto sulle recenti dichiarazioni della Giunta per la rimozione di alcune corsie preferenziali e contro le piste ciclabili, sulle ipotesi di nuovi centri commerciali e sulla confusa vicenda dell’ospedale. Ovviamente non sono stati dimenticati nemmeno i progetti di cementificazione in zona Iris (e non solo), approvati dal Consiglio Comunale nell’ultimo mese. L’associazione si è quindi posta come obiettivo la realizzazione di una rete di realtà disposte a impiegare tempo ed energia per affrontare assieme obbiettivi e progetti concreti su questi temi così importanti per la nostra città.

L’assemblea è stato un primo momento di incontro e proposta: un’occasione per discuterne di questioni urbanistiche con Fillea CgilAmissi del Piovego, Comitato Mura e Comitato Iris, mentre con Filt Cgil, Progetto PortelloComitato per la pedonalizzazione di via Dante e gli studenti dell’ASU si è discusso principalmente di questioni inerenti la mobilità.

La proposta lanciata da Legambiente è quella di attivare alleanze della società civile per una città più sostenibile e per una buona urbanistica, proprio a partire dal miglioramento della mobilità urbana e dalla lotta alla speculazione edilizia.

In occasione dell’assemblea non vi è stato modo di coinvolgere tutte le numerose e ricche realtà che a Padova si occupano di questi temi, ma il percorso è appena cominciato e l’invito è quindi rivolto a tutti coloro che vorranno partecipare e mettere a disposizione la propria voglia: uniti si conta di più!

Ben presto verranno promossi nuovi appuntamenti dove confrontarsi per il futuro della nostra città.

Nel corso dell’assemblea sono stati inoltre nominati Luisa Caldon neo Coordinatrice e Sandro Ginestri neo Vicepresidente di Legambiente Padova.

Leave a Reply