Feed on
Posts
Comments
Continua la battaglia dei comitati di CAT e dei Comuni interessati contro il progetto di elettrodotto aereo da 380.000 V. Dolo-Camin, che chiedono in alternativa l’interramento della linea. Un’opera devastante per il territorio, che prevede tralicci alti anche 60 metri a ridosso di centri abitati, della Riviera del Brenta e ad edifici di grande valore storico come Villa Sagredo a Vigonovo. Dopo la recente sentenza del TAR Lazio che ha rigettato i ricorsi presentati da CAT e dai Comuni, CAT assieme a molti cittadini prosegue la sua azione legale contro Terna, Regione Veneto e Ministeri competenti, presentando appello al Consiglio di Stato.

Ma non siamo più soli, il fronte del “no” si è allargato: positive ed importanti sono infatti le recenti prese di posizione dei comitati di Mirano, Vetrego e Spinea contro l’elettrodotto aereo Malcontenta-Mirano (tratta abbinata al Dolo-Camin).In un’affollata assemblea pubblica tenuta la scorsa settimana sono state illustrate le ragioni dell’appello al Consiglio di Stato presentate dai Comuni di Saonara, Vigonovo, Strà, Fossò, Campononogara e Dolo, un fronte di Comuni che è rimasto compatto soprattutto grazie al costante lavoro di sensibilizzazione ed informazione che i comitati di CAT hanno esercitato in questi anni.

Ma come è stato ribadito anche ieri in assemblea dallo stesso legale incaricato dai Comuni, a fianco delle Amministrazioni impegnate in questa battaglia di diritto è assolutamente necessario il sostegno  forte e coeso della cittadinanza,  espressa appunto attraverso l’impegno di associazioni e comitati organizzati.

Cat sottolinea come sia indispensabile far sentire attraverso la mobilitazione popolare che i Sindaci  non sono soli in questa battaglia ma esprimono a pieno diritto le esigenze dei loro cittadini, e ribadisce il suo impegno nell’allargare il fronte dell’opposizione al progetto coinvolgendo i comitati sorti recentemente nel padovano e nel veneziano.

Solo così, creando un fronte comune fra cittadini ed amministrazioni locali è possibile lanciare un forte messaggio  alle istituzioni, Regione Veneto per prima, affinché la volontà dei cittadini, la tutela della loro salute e del territorio in cui vivono, sia rispettata.

Per informazioni e contatti: www.infocat.it ; Adone Doni 340020207 ; Giorgio Martellato 3472460575

CAT – Comitati Ambiente Territorio

Leave a Reply