Feed on
Posts
Comments

Il rimboschimento del pianeta potrebbe ridurre fortemente la concentrazionedi gas serra e dare un notevole contributo contro i cambiamenti climatici: a pochi giorni dal 4° Sciopero globale per il clima previsto per il prossimo 29 novembre, prosegue perciò l’impegno di Legambiente nell’ambito delle iniziative per la Giornata Nazionale degli alberi 2019 promosse dal Comune di Padova, per difendere l’ambiente partendo dalla cura del nostro territorio (qui il calendario completo).

Tra le attività proposte c’è ad esempio il progetto Wownature, con cui è possibile adottare un albero da piantare in una delle aree verdi della città che si stanno trasformando in boschi urbani e che il prossimo 23 novembre coinvolgerà le zone di Torre e Ponte di Brenta.

Nel frattempo è stata un successo la Festa dell’Albero al Basso Isonzo con la partecipazione di centinaia di cittadini, seguita a stretto giro dalla delibera del Comune di Padova che ha stanziato 200.000 € per una serie di interventi volti a “fare del Basso Isonzo il primo parco agricolo cittadino” (vedi qui l’annuncio dell’Assessore Gallani).

L’iniziativa è stata infatti l’occasione per rilanciare il progetto di Parco Agropaesaggistico Metropolitano che vede nell’agricoltura urbana uno strumento fondamentale per la vitalità e la qualità ambientale della città. Basso Isonzo dunque fulcro di un progetto di più ampia scala, come descritto nel saggio Periferie Agrourbane come luoghi di innovazione all’interno del volume Monasteri e Territorio, che verrà presentato il prossimo 22 novembre in via del Santo (vedi qui l’appuntamento e scarica qui il volume).

Dopo essere stato discusso in sede di Conferenza metropolitana di Padova circa un anno fa, il progetto di Parco Agropaesaggistico Metropolitano è ora in attesa di un avvio dei lavori con il coinvolgimento dei Comuni dell’area metropolitana e la definizione di impegni concreti per la sua realizzazione. In parallelo è in corso la gara per la redazione del nuovo Piano degli Interventi comunale che dovrà finalmente porre uno stop al consumo di suolo, tutelando e promuovendo quel che resta della rete ecologica cittadina.

In attesa di questi due importantissimi passi, necessari a contrastare l’emergenza climatica che colpisce anche la nostra città, torniamo a riscoprire alcuni luoghi e protagonisti del nostro territorio, con la Festa dell’Albero all’agriturismo Capeeto di Salboro, prevista per il prossimo 8 dicembre dalle 14 alle 17 (qui l’evento facebook).

Nel corso della giornata metteremo a dimora alberi di frutti antichi biologici, conosceremo attività, prodotti e animali dell’agriturismo, e discuteremo di agricoltura urbana assieme alla Confederazione Italiana Agricoltori, al Comune di Padova, all’associazione per il Parco agroaesaggistico Metropolitano ed altri attori del territorio. Vi aspettiamo.

Sandro Ginestri – Presidente Legambiente Padova

Leave a Reply