Feed on
Posts
Comments

home_1Anche quest’anno Legambiente offre con Volontariambiente 2013 la possibilità a persone di tutte le età di fare un’esperienza unica con i campi di volontariato sparsi in tutta la Penisola. Un modo per contribuire in maniera concreta alla tutela e alla salvaguardia dell’ambiente durante il periodo estivo.

Il programma di questa estate spazia dalle isole minori (Alicudi, Favignana, Corfù, Asinara, Capraia e Itaca) alle cime alpine (Carnia, Dolomiti, Valchiavenna), dalle spiagge più belle (Gallipoli, Porto Cesareo, Scala dei Turchi, Brindisi, Plemmirio, San Rossore) ai borghi più suggestivi (Noli, Finale Ligure, Castelnuovo del Garda, Sernaglia, Venezia e L’Aquila), dai campi ambiente e legalità (Pollica, Lecco, Petralia Soprana, Polistena, Succivo) a quelli all’estero, con Legambiente (Guatemala e Nicaragua) o con i suoi partner locali. Per i ragazzi (15-17 anni) vengono realizzati campi con attività e laboratori su tematiche ambientali, mentre altri sono pensati per le famiglie con bambini, sia al mare che in montagna. I campi, aperti a tutti, non richiedono competenze particolari, tranne che per quelli internazionali dove è necessario conoscere l’inglese. Coordinati da un responsabile, i partecipanti per 10-15 giorni vivono una coinvolgente esperienza di condivisione, impegnati per sei ore al giorno nelle attività del progetto, e per il resto della giornata liberi di godersi le bellezze del paesaggio e del territorio.

Attraverso i campi si può inoltre partecipare da protagonisti alle campagne di Legambiente o intervenire concretamente per la difesa e la valorizzazione del patrimonio culturale e della biodiversità. I campi, per la loro stessa missione, si caratterizzano non solo per le attività di carattere ambientale, ma anche per l’adozione di sani stili di vita, da imparare e magari portare anche tra le proprie abitudini domestiche. Una corretta gestione dei rifiuti, delle risorse idriche ed energetiche può essere praticata quotidianamente avendo piccole accortezze che presto diventano abitudini, e anche una maggiore consapevolezza negli acquisti permette di consumare meno e meglio, spesso risparmiando soldi o risorse.

Anche nel network internazionale delle associazioni di volontariato cui appartiene Legambiente, l’Alliance, ci si è resi conto dell’importanza di organizzare campi secondo criteri di sostenibilità e per questo è nato un nutrito gruppo di lavoro, coordinato da Legambiente, che si occupa di trovare criteri per rendere i campi e le attività di volontariato sempre più sostenibili.
Da questo lavoro, tra le altre cose, è nato un Manuale per la sostenibilità (scaricabile qui), che contiene consigli pratici, dati utili e idee per praticare un sano ambientalismo tutti i giorni.

Per scegliere il proprio campo è sufficiente utilizzare il motore di ricerca di campi presente nel sito di Legambiente, visitabile qui .
Per tutte le informazioni è possibile ritirare gratuitamente il catalogo dei campi nella sede di Legambiente, in Piazza della Resistenza 6 (ex Piazza Toselli – quartiere Palestro) da Lunedì a venerdì, tel. 049.856.12.12, che offre anche un servizio gratuito di assistenza e prenotazione.

Marco Perini – redazione di ecopolis

Leave a Reply