Feed on
Posts
Comments

trenoverde-da-lanuovaecologia.itRiparte “Treno Verde”, la campagna di Legambiente realizzata in associazione con Ferrovie dello Stato Italiane e con la partecipazione del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare.

L’edizione 2018 tratterà temi legati all’energia pulita, alle reti elettriche “intelligenti” e all’efficienza e alla mobilità sostenibile necessari per proiettare il Paese verso un futuro 100% rinnovabile, oltre l’era del fossile. All’Unione Europa va la richiesta di obiettivi più stringenti e concreti nel Pacchetto Energia e Clima 2030, una scelta oggi non  più rimandabile.

Per la nona tappa dell’itinerario, il Treno si ferma a Rovigo, dove per l’occasione il circolo Legambiente A. Langer ha già provveduto a coinvolgere circa 400 ragazzi delle scuole, aziende, start up e amministrazioni locali, che con le loro esperienze virtuose si sono contraddistinte per l’impegno nell’efficienza energetica e nella sostenibilità ambientale.

Un ulteriore scopo dell’evento è quello di chiedere all’Unione europea obiettivi più stringenti e concreti nel Pacchetto Energia e Clima 2030. Una scelta oggi non più rimandabile.

L’inaugurazione della tappa veneta con il taglio del nastro sarà lunedì 26 marzo alle ore 10,30 al binario 6 della Stazione di Rovigo.

A bordo del Treno Verde sarà possibile visitare una mostra didattica e interattiva, per conoscere e toccare con mano le sfide da affrontare da qui al 2030.

Sarà aperta dalle ore 8 e 30 alle 14 per le classi prenotate e dalle 16 alle 19 di lunedì e martedì per tutti i cittadini.

Alle 11 di lunedì verrà inoltre presentata l’edizione regionale di Comuni Rinnovabili (realizzato grazie al contributo di Enel Green Power), il rapporto che da 12 anni fotografa lo sviluppo delle fonti rinnovabili nei territori italiani.

Dalle 16 e 30 alle 17 è previsto un percorso della mostra in lingua inglese e francese, e alle 17 e 30 l’incontro “Clima e migrazioni – Esperienze di convivenza verso un futuro sostenibile e solidale”, con la presenza di Vittorio Cogliati Dezza (Responsabile Europa e Interdipendenza Legambiente), Vincenzo Romania (Docente di Sociologia all’Università di Padova e docente di Comunicazione Interculturale alla Venice International University), Giulia Bacchiega (Legambiente Rovigo), Luca Favarin (Percorso Vita Onlus) e Edoardo Rossetto (Cooperativa Porto Alegre). L’evento è coordinato da Andrea Gardina (giornalista de Il Gazzettino e commentatore sportivo ufficiale del 6 Nazioni Femminile).

Alle ore 11 di martedì saranno presentati i dati raccolti ed elaborati nel corso del monitoraggio “Civico 5.0, dedicato ai consumi elettrici nella città di Rovigo: è la novità di quest’anno. Presenzieranno Piero Decandia (Direttore Legambiente Veneto) e Davide Sabbadin (Portavoce Treno Verde).

Nel pomeriggio del secondo giorno, dalle 17, gli stessi Decandia e Sabbadin presenteranno: “Come risparmiare energia in bolletta facendo attenzione alle etichette energetiche”.

Nella prima carrozza, si parlerà dei cambiamenti climatici e degli effetti dell’utilizzo delle fonti fossili. Nella seconda sarà invece possibile toccare con mano l’importanza dell’efficienza energetica e il mondo della mobilità sostenibile ed elettrica. La terza sarà dedicata interamente al consorzio in prima linea nel recupero e riciclo degli pneumatici fuori uso “Ecopneus per il clima”.

Infine, nella quarta carrozza sarà possibile degustare cibi di qualità, prodotti con energia 100% rinnovabile autoprodotta e provenienti dal territorio.

Per maggiori informazioni sulla tappa di Rovigo consultare il sito internet  ufficiale e l’evento Facebook di Legambiente Rovigo.

Legambiente Rovigo

Leave a Reply