Feed on
Posts
Comments

idrovia_padova_legambiente_saonaraSi chiamano Comitati Riuniti per il Completamento dell’Idrovia Padova Mare e raggruppano 5 circoli della Legambiente fra le provincie di Padova e Venezia coordinati dal Regionale Veneto, 2 associazioni/comitati locali veneziani e 4 padovani.

Da anni sono in prima linea promuovendo incontri ed iniziative con le amministrazioni locali e con la Regione Veneto affinché la grande incompiuta, iniziata negli anni ’60, sia portata a termine come canale idroviario alternativo al trasporto su gomma e soprattutto come scolmatore contro i rischi di piena di Brenta e Bacchiglione e i possibili danni del territorio veneto, come già successo nel 1966 e nel 2010.

Il primo successo è stato ottenuto nel marzo dello scorso anno con l’approvazione del progetto preliminare. Da allora però nessuna notizia dalla Regione Veneto sul proseguio dell’iter.

Ed allora ecco l’idea di scrivere una lettera aperta all’assessore regionale all’Ambiente, Gianpaolo Bottacin, per ritornare a parlare del tema. La missiva simula efficacemente un dialogo basato sulle dichiarazioni degli ultimi 18 mesi dell’Assessore e sulle richieste di aggiornamento da parte dei Comitati.

Molti i temi toccati: dalla tempistica per l’inizio dei lavori alle modalità di finanziamento dell’opera, dall’individuazione delle poste regionali di bilancio previste alle tempistiche progettuali/realizzative, dal reale coinvolgimento nel progetto dei massimi vertici regionali alla condivisione sulla doppia funzione dell’idrovia. Tutte questioni determinanti per rimettere al centro del dibattito la questione idrovia.

Ma a questi argomenti si somma il valore aggiunto dell’essere legambientini: la consapevolezza che l’opera comunque avrà un effetto impattante sul territorio non ancora escavato, circa un terzo dell’intero percorso. E allora diventa determinante realizzare un “corridoio ecologico, una vera infrastruttura eco-funzionaleche, superando la logica delle compensazioni ambientali locali, riqualifichi l’intera area coinvolta creando nel complesso un impatto ambientale positivo ed innovativo: l’acqua come elemento che unisce il territorio, anziché dividerlo.” Corridoio ecologico evidentemente incompatibile con altre opere infrastrutturali tuttora previste lungo lo stesso asse, quali la Camionabile, della quale si auspica lo stralcio definitivo dalla Pianificazione Regionale, e l’elettrodotto aereo in progetto, di cui si richiede l’interramento.

La lettera si chiude con una precisa richiesta: redigere al più presto il progetto definitivo a cui seguirà poi quello esecutivo al fine di essere fra i primi a “sfruttare” gli 8 miliardi già stanziati dal programma “Italia sicura”.

La parola ora passa alla Regione Veneto, che ci auguriamo non faccia orecchie da mercante a queste sollecitazioni e dimostri che i 18 mesi trascorsi dalla presentazione del progetto preliminare non sono passati invano. Ci attendiamo, insomma, una diponibilità al dialogo che realizzi atti concreti in risposta alle forti preoccupazioni espresse dai cittadini e ai precisi impegni richiesti dalle Amministrazioni Locali.

Legambiente La Sarmazza di Saonara e Vigonovo

scarica qui la lettera all’assessore Gianpaolo Bottacin

One Response to “Gentile assessore Bottacin: dov’è l’idrovia Padova Mare? quando il progetto definitivo?”

  1. carlo crotti scrive:

    Bottacin conta come il due di briscola in questo momento.

    Quando nel novembre scorso lo sollecitai a inserire nella Finanziaria Reg. 2017 la spesa per lanciare il bando per il progetto definitivo dell’idrovia, mi fece sapere che , stando alla legge, lui avrebbe dovuto mettere sul piatto 40 mln circa. E’ previsto infatti che affianco ai disegni venga anche finanziata una prima parte della spesa , circa il 10% del totale.
    Disse che la Regione NON li aveva.
    A mio avviso tocca al min. Del Rio lanciare quel bando, perchè l’idrovia è nel Piano Regolatore del porto veneziano e tutti sanno che i porti ora dipendono dal suo Ministero. Invito quindi Legambiente, compresa quella di Padova, a rivolgersi, come faccio anch’io, al Governo. Cioè a Roma !
    Saluti
    C. Crotti (presidente)

    ASS. “SALVAGUARDIA IDRAULICA DEL TERRITORIO PADOVANO E VENEZIANO”
    IV° Strada n°3 Zona Ind. 35129 Padova tel 347 8665730 idroviapadovamare.org
    Associazione iscritta nel Registro Comunale di Padova delle
    “LIBERE FORME ASSOCIATIVE e delle COOPERATIVE SOCIALI” n° 1477 nella sez. tematica n° 7
    “TERRITORIO – URBANISTICA – TUTELA AMBIENTE e PROTEZIONE CIVILE”
    procedimento dirigenziale n° 2012/51/0066 del 24 Marzo 2009

Leave a Reply to carlo crotti