Feed on
Posts
Comments

Campi volontariato LegambienteSono aperte le prenotazione online per i campi di volontariato in Italia e all’estero. Integrazione sociale e valorizzazione dell’ambiente sono i due punti cardine, che si declinano nei consueti temi cari a Legambiente: ambiente, agricoltura, archeologia, arte, biodiversità, festival, sociale.

Ecco alcuni dei settori di interesse tra cui è possibile scegliere il campo più adatto per ciascuno.

Un posto importante è riservato anche all’accoglienza dei migranti, in nome di un’inclusione che riteniamo doverosa e necessaria e per la quale la manutenzione del territorio si rivela una preziosa occasione.

Si propongono attività all’aperto e lavori, incontri con i residenti e momenti di formazione, all’insegna della condivisione e della partecipazione attiva in chiave ambientale. Ognuno può trovare il proprio “habitat” e iscriversi è facile, basta compilare il form che trovate qui.

I campi sono aperti a tutti, alcuni sono riservati ai ragazzi dai 15 ai 18 anni, altri sono per adulti o per nuclei familiari, nonni compresi: anche le persone con difficoltà fisiche o psicologiche possono dare il loro contributo ai progetti, è sufficiente, oltre all’iscrizione, comunicare le informazioni all’ufficio volontariato per valutare la compatibilità con il campo e predisporre l’accoglienza. Ecco alcuni esempi per sollecitare gli amanti del mare.

Volontariato in riva al mare, tra Ustica, Lampedusa, Favignana, Cilento e Golfo di Policastro, Arcipelago Toscano, Cinque Terre, Asinara e Tremiti. Missione per tutti: caccia ai rifiuti e monitoraggio della marine litter, sensibilizzazione di turisti e residenti sulla corretta fruizione dei luoghi. Trovate le info qui.

Vele spiegate, nell’arcipelago toscano, è invece un progetto che riunisce in barca diversamente abili e normodotati. L’obiettivo è ripulire le spiagge delle isole e degli isolotti e indagare sulla consistenza e l’origine dei rifiuti marini. In questo caso la barca a vela diventa un momento speciale di integrazione sociale e valorizzazione dell’ambiente.

Nei pressi di  Gallipoli, il campo per ragazzi dai 15-17 anni si svolge in tenda, dal  1 al 20  luglio all’interno del Parco Regionale Isola S. Andrea, sul litorale di Punta Pizzo, in una delle aree costiere più integre e suggestive del Salento. Sotto la supervisione di un biologo, un archeologo, una guida escursionistica e una guardia ecologica, il lavoro da svolgere è il monitoraggio della viabilità rurale mediante percorsi in bici, la raccolta e schedatura di campioni di rifiuti significativi, nonché la realizzazione di pulizie esemplificative per il coinvolgimento dei fruitori della costa.

I campi di Lampedusa, dal 3 luglio al 1 ottobre, richiedono invece una buona attitudine a camminare e la capacità di trascorrere diverse ore sotto il sole, anche in presenza di vento o umidità, per questo sono riservati agli adulti. Le attività si svolgono sulla spiaggia dell’Isola dei Conigli, dove depongono le uova le tartarughe marine Caretta caretta, e sono previsti turni notturni per impedire l’accesso di eventuali visitatori che potrebbero pregiudicare gli eventi di nidificazione.

Naturalmente anche gli amanti della montagna e della campagna hanno ampia scelta,  così come  chi preferisce la campagna o gli antichi borghi. Sul sito di Legambiente nazionale sono consultabili tutti i campi estivi 2017.  Per info, l’ufficio stampa Legambiente risponde allo 06 86268399 – 53.

Legambiente Onlus

Leave a Reply