Feed on
Posts
Comments

ninfeeIl Festival Land on Art ha permesso di realizzare sui Colli Euganei opere in grado di vivere in armonia con il territorio circostante e rispettose della natura.

Sono straordinarie installazioni artistiche, cariche di molteplici suggestioni, emozioni e bellezza, opere esposte al sole, al vento e alle piogge, che lentamente torneranno a fondersi con la natura.

Si è ripresa la forma omonima di arte contemporanea nata in Nord America negli anni Sessanta: un’arte che non si trova quasi mai dentro ai musei ma si caratterizza per l’intervento dell’artista sul territorio naturale, tramite un’ispirazione che deriva da materiali presi in prestito dalla natura stessa come terra, sassi, rami, foglie, arbusti.

Il progetto è stato realizzato grazie al sostegno del Bando “Culturalmente”, promosso dalla Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, e grazie alla volontà della Storica dell’Arte Melania Ruggini e dell’Associazione Culturale Atelier Calicanto di Teolo; una collaborazione che ha portato verso le nostre “isole” verdi dei Colli numerosi giovani artisti under 35, capaci, con il loro lavoro e la loro passione, di far sbocciate interessanti iniziative musicali e notevoli opere di Land Art.

È nato così un festival che in questi mesi ha animato i Colli Euganei tramite la creazione di workshop, laboratori didattici, musica e opere ecologico-artistiche, con l’obiettivo di dare vita ad un nuovo parco creativo, per stupirsi insieme della natura e riflettere sul valore e le potenzialità del nostro territorio.

I visitatori dei Colli potranno d’ora in poi scoprire luoghi meravigliosi, a volte poco noti, e seguendo vari itinerari potranno ammirare queste ideazioni nel loro contesto di origine, avvolti e coinvolti emotivamente, all’interno di luoghi carichi di fascino da ascoltare e gustare.

Tra i verdi Boschi di Torreglia Alta, nella Pieve di San Sabino, lungo il percorso della Mira, presso la Fonte Regina vi aspettano giganti crisalidi e falene realizzate con canne, iuta e frasche; simpatici animaletti tipici dei Colli nati assemblando tronchi e rami; bianche ninfee in stoffa, intrecci in corda che raccolgono e diffondono energia; spettri avvolgenti che si confondono con la natura e molto altro.

Non mancate quindi all’appuntamento di sabato 24 giugno, presso l’Anfiteatro del Venda, a Galzignano, dove alle ore 19 si terrà la presentazione dell’opera Segnatempo di Luca Vallese e dove alle 21 i musicisti della band Calicanto presenteranno le loro canzoni di ecologia acustica. Domenica 25 giugno poi ci saranno le visite guidate a Land On art e degustazioni presso l’azienda Ca’ Lustra.  Tutti gli eventi si trovano sul calendario del festival.

L’augurio è che Land on Art possa svilupparsi e diventare una consuetudine, per ricreare, rigenerare e rinnovare l’arte e il territorio che la ospita di anno in anno. Un modo di custodire il patrimonio naturale dei Colli Euganei attraverso la vitalità delle persone che vi agiscono e si emozionano.

Andrea Cappellari – redazione di ecopolis

Leave a Reply