Feed on
Posts
Comments

tappi_sughero_etico_legambiente selvazzanoAlberto Rienzner, classe 1934, era un direttore d’albergo. Il proprio tempo libero lo trascorreva trasportando barelle nei pellegrinaggi a Lourdes fino a quando, nel 1971, prese la definitiva decisione di divenire missionario comboniano e partire per l’Uganda.

Vi giunse in un momento storico nel quale, il susseguirsi di colpi di stato e la guerriglia sanguinaria, avevano ridotto il Paese alla miseria.

I successivi 40 anni Padre Alberto, divenuto nel frattempo anche sacerdote, li ha spesi nella inesausta ricerca di trovare modi sempre più efficaci di aiutare, incoraggiare, accogliere il prossimo.

Tra questi l’A.P.A.A.U. (Associazione Padre Alberto Aboke Uganda ONLUS) che, grazie alle lettere e le periodiche comunicazioni ricevute da padre Alberto, ha cominciato a farsi carico delle necessità di questa gente con molteplici, importanti donazioni.

S’iniziò con la prima consegna di un semplice trattore fino ad arrivare, negli anni, alla creazione di diverse scuole, all’edificazione di un intero ospedale e la costruzione, da ultime, di una settantina di casette in muratura per l’accoglienza di donne vedove

Questa breve introduzione per meglio comprendere la collocazione del progetto denominato: Etico (di Amorim Cork Italia, multinazionale specializzata nella produzione di prodotti aventi materia prima il sughero) presentato dall’APAAU, da tempo impegnata a collaborare nel progetto, al circolo Legambiente di Selvazzano “I Ponti e la Selva”.

Si tratta di un progetto “virtuoso” di rigenerazione, con innegabili effetti benefici sull’impatto ambientale nonché  “etico”, appunto, in quanto volto alla tutela delle foreste di sughero, considerate barriere riconosciute contro la desertificazione ambientale e sociale.

Tale materiale riciclabile (e i tappi di sughero lo sono al 100%) viene così raccolto e utilizzato di nuovo in campi quali, per esempio, la bio-edilizia, l’acustica fonoassorbente, il design d’arredamento e molto altro.

Il circolo di Legambiente Selvazzano ha voluto aderire con convinzione alla proposta di collaborazione con APAAU nella raccolta dei tappi.

Il ricavato ottenuto da ciò viene devoluto alla missione in Uganda. Si è calcolato che occorrono circa 100 kg di tappi raccolti per coprire il costo di costruzione di una sola carrozzina per disabili. Produzione che viene svolta attraverso la piccola fabbrica situata all’interno della missione di Aboke. Con ulteriori vantaggi occupazionali.

APAAU ha già attivato da alcuni anni la raccolta nei comuni di Albignasego, Battaglia Terme, Galzignano Terme, Montegrotto Terme, Teolo, Torreglia, i quali hanno anche concesso il proprio patrocinio all’iniziativa.

Il circolo di Legambiente Selvazzano si sta impegnando nel diffonderla a Padova, Selvazzano, Abano e negli altri comuni della cintura collinare euganea.

Gli interessati che volessero aderire potranno avvalersi, per il temporaneo stoccaggio, di un apposito kit (box contenitore) fornito dalla Amorim Cork Italia e richiedibile al circolo.

I nuovi punti di raccolta o di imminente attivazione, li potete trovare elencati sul sito www.legambienteselvazzano.it assieme alle ulteriori informazioni e ai contatti eventualmente necessari.

Flavio Boscatto, circolo Selavazzano e redazione copolis

Leave a Reply