Feed on
Posts
Comments

1288398668Il corso che Salvalarte ha organizzato l’anno scorso aveva l’obbiettivo di riscoprire via San Francesco e i suoi tesori. Questa via è stata adottata da Legambiente alcuni anni fa, che si batte anche per sua completa pedonalizzazione.

Per il 2013 Salvalarte proporrà una vera e propria esperienza di esplorazione di via San Francesco, preferendo alla formula delle lezioni frontali una serie di visite guidate che ci porteranno anche in luoghi normalmente non accessibili al pubblico.

Dal 9 marzo saranno organizzate una serie di visite che consentiranno di scoprire, accompagnati da storici, archeologi, botanici e architetti, i palazzi, i monumenti ed i giardini che sono nascosti dietro gli alti muri delle case.

Saranno circa otto percorsi, che avranno come punto focale via San Francesco, ma che ci porteranno a scoprire anche le realtà limitrofe. I percorsi sono divisi per tematiche: la Padova romana ad esempio, con due percorsi parallelli che daranno una visione storico-archeologica della via e una proiezione verso le possibilità future; la vita religiosa con gli edifici dell’ordine mendicante; la vita signorile con la scoperta dei palazzi. Due percorsi sono dedicati ai giardini: i proprietari dei Giardini Galilei e Romiati apriranno la loro casa per dare la possibilità di visitare i parchi. Alla fine del percorso avremo modo di conoscere anche l’edilizia popolare del 1500.

A breve il programma completo di tutti gli itinerari con i nomi degli esperti che ci accompagneranno.

Tiziana Mazzucato – volontaria Legambiente Salvalarte

3 Responses to “Le prossime iniziative di Legambiente-Salvalarte”

  1. Gianni ha detto:

    Che cosa bella!
    Gianni

  2. Elena ha detto:

    fan.ta.sti.co!

  3. Elisa ha detto:

    Ciao a tutti! Ciao Tiziana!
    Sono una ex-volontaria Salvalarte, e qualche anno fa avevo seguito i vostri corsi sia su Padova Carrarese che su “La Reggia, La Torre e L’ Astrario”. Complimenti per le iniziative sempre piu’ belle! Peccato non avervi potuto partecipare….- mi sono trasferita all’ estero da 1 anno.

Leave a Reply