Perché ho scelto Legambiente…

Abbiamo chiesto ai membri del direttivo di Legambiente Padova di raccontare “Perché ho scelto Legambiente”. Lo chiediamo anche ai soci che ci leggono. Scrivetelo a ecopolis@legambientepadova.it. Lo pubblicheremo.

Leggi di più

La Geografia antidoto alla quarantena

museo geografiaLa necessità di reinventarsi in un contesto completamente inedito proprio poche settimane dopo l’inaugurazione. Il neonato Museo di Geografia dell’Università di Padova è però riuscito a proseguire le sue attività di educazione, nonostante l’emergenza sanitaria

Leggi di più

Contrasto al cambiamento climatico, l’Italia arretra

Secondo il rapporto Climate Change Performance Index 2020, presentato a Madrid in occasione della recente Conferenza sul clima (COP25), l’Italia perde posizioni e scende al 26° posto nella classifica sulla performance climatica dei principali paesi del pianeta.Per Legambiente il nostro paese ha metto in atto misure e strategie insufficienti contro la crisi climatica e ben al di sotto delle sue potenzialità. Leggi di più

XI Congresso nazionale di Legambiente, è il tempo del coraggio

Il nostro Paese è ogni giorno disorientato da messaggi distorti su presunte emergenze, agitate ad arte, che fanno perdere di vista i problemi reali da risolvere.

Ma all’atteggiamento di paura che sembra emergere nel dibattito pubblico fa da contraltare una moltitudine di cittadini che, spesso in silenzio, ogni giorno lavora per il bene comune. Leggi di più

Come incentivare l’uso della bici, l’esempio del bike to work

I vantaggi sono noti ed evidenti a tutti, ormai: usare la bicicletta giova all’ambiente e ci fa risparmiare. 

Per favorire l’uso di questo mezzo di locomozione e contribuire alla riduzione dello smog causato dal transito quotidiano di mezzi di trasporto a consumo fossile nascono progetti come ‘bike to work’, ovvero il pedalare nel tragitto casa – lavoro.

Leggi di più

Stop alla guerra turca, l’appello di Legambiente Anpi Arci e Cgil

I curdi sono un popolo di 40 milioni di persone che vive smembrato in 4 paesi diversi (Turchia, Iraq, Iran e Siria).

Perseguitati da decenni come minoranza, soprattutto in Turchia, di cui sono un quarto della popolazione, il riscatto dei curdi è legato alla loro efficace azione militare contro l’Isis, riconosciuta a livello internazionale, ma sembra che neppure questo sia servito a garantire loro un futuro di pacifica convivenza con gli altri popoli della regione. Leggi di più

Cambiamo il cambiamento climatico, al via la campagna di Legambiente

È stato l’uomo a cambiare il clima, quindi prima che sia troppo tardi può ricambiarlo.

Nasce da questa considerazione la nuova sfida di Legambiente che rafforza il proprio impegno per combattere la crisi climatica con la nuova campagna #ChangeClimateChange (qui il video promozionale) Leggi di più

Accogliere con l’arte: prosegue con successo il progetto Bo.Ro.Fra a Rovigo

“Che ognuno possa trovare il proprio posto nel mondo e possa viverci in pace”: a parlare è Assetou Diabaté, artista maliano del Bo.Ro.Fra. Camp che si è svolto in provincia di Rovigo a metà di giugno.

Un campeggio di quattro giorni che, insieme ai tamburi africani, batte bandiera della pace per lavorare verso una comunità inclusiva. Leggi di più

Crisi climatica, abbiamo bisogno di città resilienti agli eventi meteorologici estremi

L’aumento dei fenomeni meteorologici estremi ci intima di ripensare le nostre città per adattarle ai cambiamenti climatici in atto: a ricordarlo è proprio la recente dichiarazione di emergenza climatica della nostra città (ne abbiamo parlato qui).

Riprendiamo l’articolo di valori.it che racconta le buone pratiche innovative Parigi, Los Angeles e Amburgo, facilmente replicabili in altre realtà locali. Leggi di più

L’Aquila dieci anni dopo. Un’intervista in esclusiva

Son trascorsi dieci anni dalle 3:32 di quella notte del 6 Aprile 2009 e la narrazione berlusconiana sulla rapida rinascita della città, sull’efficienza “meritoria” della Protezione Civile di Guido Bertolaso, si è ridotta infine a favoletta costruita ad uso e consumo dei media.

C’è ben poco di congruo nella tempistica ricostruttiva e nell’autoritaria gestione del post-catastrofe. L’Aquila ha subito un’esposizione mediatica notevole.
Leggi di più